E’ risaputo che fumare nuoce gravemente alla salute, a prescindere dall’età, dal sesso e da ogni altra condizione personale.

Ecco nello specifico quali sono i danni del fumo sulla gravidanza.

Una donna in stato interessante che fuma ha un maggiore rischio di aborto  o di feto nato morto, e di avere bambini sottopeso, ma non solo, può causare un ritardo di crescita e di sviluppo mentale ma anche polmonare nel bebé.

Attraverso la placenta infatti non passa solo la nicotina, ma anche sostanze cancerogene come benzopirene ( conseguenze polmonari), acrilonitrile ( conseguenze alla vescica), 4- amminobifenile ( conseguenze al fegato). Per non parlare dei rischi di malformazione del feto, come: labbro leporino e palatoschisi.

E’ giusto dire che il fenomeno non si presenta in tutti i feti di madri che fumano, ma il rischio c’è e dev’essere preso in considerazione. Anche l’allattamento può essere compromesso dal fumo, in quanto la qualità e la consistenza del latte può essere alterata.

Un consiglio per chi sta cercando di avere un bambino, è bene sapere che il fumo, fa diminuire i livelli di progesterone e rende difficile l’annidamento dell’ovulo fecondato  nella mucosa uterina, danneggiandone la maturazione.

hoto credit: okkiafolletto via photopin cc