Il fumo, oltre a danneggiare i nostri e gli altrui polmoni, rende impura la pelle. La scienza ha dimostrato proprio in questi giorni come possa esistere un legame molto stretto tra il fumo delle sigarette e l’insorgere dell’acne nelle donne.

I ricercatori dell’Istituto dermatologico San Gallicano di Roma hanno esaminato un campione di circa 200 donne fumatrici di età compresa tra i 25 e i 50 anni: da questa analisi è emerso che l’85% di queste donne è afflitto da una particolare forma di acne post adolescenziale difficile da sanare.

Il volto di queste donne ha presentato una serie di lesioni con numerosi comedoni, conosciuti anche come punti neri, localizzati soprattutto su guance e fronte: essi danno vita a un acne tardivo che si differenzia da quello adolescenziale e che potrebbe essere definito comunemente proprio come “acne dei fumatori“.

Alla base di ciò vi è la capacità della nicotina di alterare la composizione degli antiossidanti del sebo. È giusto che accanto alla campagna anti-fumo si faccia anche una corretta informazione circa gli effetti che il tabacco ha sulla nostra pelle.