Erano due delle protagoniste più accreditate per la vittoria finale al {#Mondiale di calcio femminile} 2011, eppure Germania e Brasile hanno visto interrompere il rispettivo cammino nella competizione già ai quarti per mano, rispettivamente, di Giappone e USA.

A destare clamore è stata sicuramente l’eliminazione delle padrone di casa della Germania, che arrivavano al torno iridato con tutti i favori dei pronostici e forti delle vittorie ottenute nelle ultime due edizioni. Sembrava quindi non doverci essere storia nell’incontro dei quarti contro il sorprendente Giappone, con le tedesche che avevano dominato il proprio girone ottenendo 3 vittorie in altrettanti incontri.

Alle asiatiche sono stati necessari i tempi supplementari per avere ragione di Prinz e compagne, fatte fuori grazie alla vittoria per 1 a 0 con gol decisivo segnato da Maruyama al 108′ minuto, abile a infilare Angerer con un destro a incrociare su lancio di Sawa dopo che i tempi regolamentari avevano visto le due squadre equivalersi senza offrire peraltro grandi spunti. Finisce così con le giapponesi che vanno in semifinale per la prima volta nella loro storia, mentre la Germania rivive l’incubo del 2006, quando al Mondiale di casa fu fatta fuori in semifinale dall’Italia.

Sorprendente, ma non del tutto imprevista, è stata inoltre la vittoria degli USA sul Brasile dopo una partita infinita, terminata per 1 a 1 al 90′ per effetto dell’autogol di Fabian che porta in svantaggio la propria squadra dopo 2 minuti e del pareggio siglato da Marta su rigore concesso per un fallo inesistente con contestuale espulsione di Buehler.

Ai supplementari è stata ancora una volta Marta a portare il Brasile sul 2 a 1, ma al minuto 122, quando i giochi sembravano fatti, è stata Wambach che, approfittando di un’uscita a vuoto di Andreia, ha messo a segno il 2 a 2 definitivo che ha portato il match ai rigori. I tiri dal dischetto hanno visto prevalere così le americane 4 a 3, spegnendo i sogni di gloria delle brasiliane.

Negli altri due incontri vanno invece segnalate la vittoria della Francia sull’Inghilterra, anche questa arrivata ai calci di rigore dopo che il match era terminato per 1 a 1 per effetto dei gol di Jill Scott e di Bussaglia, e della Svezia, che ha avuto la meglio sull’Australia per 3 a 1, grazie ai gol di Sjogran, Dahlkvist e Schelin, inframezzate dal gol della bandiera siglato da Perry.

Il tabellone vedrà così di fronte per le semifinali di domani Giappone contro Svezia e Francia contro USA.