In sincrono con il Salone del Mobile 2015 dal 14 al 19 aprile apriranno i battenti gli eventi collaterali legati all’iniziativa, parte integrante della ricca proposta del FuoriSalone.

Un’occasione imperdibile e interessante che, di anno in anno, si arricchisce di nuove zone ed eventi affascinanti. L’opportunità immancabile per i nuovi designer e creativi emergenti per mostrare nuove idee, progetti e installazioni del tutto uniche.

Un percorso che toccherà i maggiori punti della città, un cammino affascinante per gli occhi, il corpo e principalmente per la mente. Le zone di Milano che accoglieranno gli allestimenti e i visitatori del Fuorisalone si dividono tra Tortona, Brera, Lambrate, San Babila, Porta Venezia, Paolo Sarpi, Sant’Ambrogio e 5vie.

Fuorisalone zona Tortona

Tortona, tra le zone più longeve, anche quest’anno ospiterà una serie di eventi e appuntamenti distribuiti tra via Tortona, via Savona e via Forcella. Punto di snodo il Superstudio che celebra i 15 anni di attività e inaugura SuperDesign Show, incorporando il Temporary Museum for New Design. La zona di via Tortona, ricca di ex spazi industriali e officine, è il luogo ideale per mostrare le novità del made in Italy e internazionali. I punti di rilievo del quartiere saranno: l’Hotel Magna Pars, lo spazio  Ex-Stecca delle Acciaierie Ansaldo, via Savona, via Novi, via Voghera e ovviamente tutta via Tortona.

Fuorisalone zona Brera

Il quartiere di Brera che per il sesto anno consecutivo ospita il Brera Design District, situato nella zona maggiormente commerciale e creativa della città. Il tema principale è il Progetto Forma Identità incentrato sulla concatenazione e interazione tra questi tre elementi. Molte le firme celebri del design ospiti della zona, con una serie di appuntamenti fissi e culturali imperdibili tra corso Garibaldi, la Pinacoteca e via dell’Orso.

Fuorisalone zona Lambrate

Lambrate accoglierà per il decimo anno consecutivo l’innovazione e la creatività di Ventura Lambrate. Una proposta ricca e affascinante incentrata sulla sperimentazione, l’eclettismo, il mutamento e il rinnovamento costante.

Fuorisalone zona Porta Venezia

Porta Venezia offre un percorso differente dove storia, cultura  e arte si mescolano con le novità del design. Il quartiere sfrutta lo stile Liberty dei palazzi e dei cortili offrendo visite guidate in collaborazione con il FAI-Fondo Ambiente Italiano, aprendo le porte dei musei di zona e gli spazi creativi legati al design più moderno. Occhio puntato anche sul prossimo Expo 2015 con un percorso food&wine tra locali e ristoranti.

Fuorisalone zona Paolo Sarpi

Paolo Sarpi con Sarpi Bridge e Oriental Design Week, operativo da qualche anno, focalizza l’offerta sui marchi, i progetti e il design di matrice orientale. Una sinergia con la creatività occidentale all’interno del sempre vivace e colorato quartiere cinese meneghino.

4 nuovi quartieri legati al FuoriSalone

  • San Babila salotto centrale della città che offre uno visuale creativa sul quartiere storico di Milano, con un susseguirsi di eventi e appuntamenti tra showroom, negozi di moda e ristoranti a due passi dal Duomo.
  • San Gregorio Docet che si sviluppa intorno a Via San Gregorio, tra Porta Venezia e la Stazione Centrale, con un dialogo vivace incentrato sulla forte qualità degli espositori presenti.
  • 5Vie Art+Design unisce le zone di Cordusio e Sant’Ambrogio (vie Santa Marta, Santa Maria Podone, Santa Maria Fulcorina, Bocchetto e via del Bollo) quartiere storico, ricco e antico della città che apre il suo salotto alla creatività e al design. Mescolando il sapere e la conoscenza delle antiche botteghe artigiane di zona con il fascino dell’avanguardia, all’interno di un percorso culturale tra musei, chiese e chiostri. Il quartiere farà da ponte di collegamento con la zona Sarpi ospitando alcune creazioni del Sarpi Bridge Oriental Design Week.
  • Sant’Ambrogio in realtà alla seconda edizione il quartiere mescola il design con gli emblemi della cultura di zona, dal Museo della Scienza e della Tecnologia al  Teatro Litta, alla casa studio di Achille Castiglioni fino all’appuntamento imperdibile presso lo spazio di Rossana Orlandi. Oltre alle innovazioni di design la zona ospiterà un festival legato allo street food.

La proposta è quindi ricca, corposa e succulenta, senza dimenticare gli spazi sempre operativi del Monumentale con La Fabbrica del Vapore, L’università Statale di Milano e Porta Romana.