Il sogno delle donne italiane, o almeno di buona parte, è una notte di passione con Gabriel Garko, fra qualche giorno lo rivedreno su Canale 5 nei panni di Tony Fortebracci in “L’onore e il rispetto 3”, la fiction campione di ascolti. Bello come il sole, affascinante, sempre alle prese con donne bellissime e altrettanto fascinose, impegnatissimo in appassionate scene d’amore, dove appare nudo, come mamma lo fece.

Se le scene di sesso della fiction appaiono assolutamente coinvolgenti, nella realtà sono difficili da girare, racconta Gabriel Garko al settimanale “Gente”, così come è difficile piangere e dare baci:

“La cosa che mi riesce più difficile quando recito è piangere. Ma anche le scene d’amore non sono una passeggiata. Intanto perché non sto comodo: sotto il lenzuolo c’è sempre una tavola di legno per non sprofondare nel materasso. Arrivo a casa alla sera con ginocchia e gomiti viola. Poi quando bacio un’attrice devo stare attento a non toccarle i capelli, spesso sormontati dalla parrucca e a non sbavare il trucco. Se do un bacio vero mi viene la bocca rossa di rossetto, il naso bianco di cipria e dopo sembro un pagliaccio. A volte è capitato che sul set mi scaldassi un po’ più del dovuto ma non confesserò mai con chi…”.

Gabriel Garko non ha fatto vacanze, impegnato tra Roma, Bulgaria e Cuba per le riprese di altre fiction sempre per Canale 5, “Valentino” e “Il peccato e la vergogna 2”. L’11 settembre lo rivedremo sul piccolo schermo per la fiction di Canale 5, prima ancora, esattamente l’8 settembre, sarà ospite di Maria De Filippi nella prima puntata della nuova stagione di “C’è posta per te” e sarà di nuovo scontro con Antonella Clerici che aveva perso tutte le sfide con l’attore.

Non è dato sapere se sia fidanzato o no, Gabriel Garko è molto riservato sulla sua vita privata, di certo ha qualcuno che lo aspetta a casa, i suoi tre stupendi cani Afrodite, Peter e Aragom. Ed a proposito delle mancate vacanze, non se ne rammarica, :

“La mia casa ha tutto quello che voglio: giardino, piscina, cinema, palestra. Quando non lavoro cerco di farmi vedere il meno possibile. Ammetto che la mia vita non è del tutto normale: cose semplici come una passeggiata, diventando cose complicate”.