Gabriele Paolini è tornato a colpire e lo ha fatto ai danni della giornalista del TG1 Sonia Sarno.

Dopo aver annunciato il suo ritiro lo scorso ottobre, il più famoso disturbatore televisivo non ha resistito al richiamo della celebrità e ci ha provato ancora.

Durante un collegamento in diretta da Palazzo Grazioli, in occasione del ritorno a Roma del Premier Silvio Berlusconi, Paolini si è avvicinato con foga alle telecamere della RAI.

La regia ha prontamente censurato la sua incursione, mandando in onda un filmato registrato. Tutto bene quel che finisce bene, almeno all’apparenza, visto che nel collegamento successivo la giornalista Sarno ricompare in video solo leggermente infastidita.

Il retroscena, però, è stato prontamente mostrato dal TG5. Alcuni tecnici hanno tentato di bloccare Paolini per le gambe, trascinandolo via dall’inquadratura, ma il disturbatore si è aggrappato alla Sarno, facendola cadere rovinosamente per terra. La polizia, lì presente come mostrano le immagini, non ha battuto ciglio.

Successivamente Paolini è fuggito e dal suo ufficio stampa è giunto un suo comunicato che recita testualmente:

L’Arlecchino della TV Gabriele Paolini, dopo diretta del TG1 delle 13.31, si è accasciato lungo Via del Corso, ha rimesso e è svenuto. Durante il parapiglia con tre tecnici che si sono scagliati contro il birichino della TV, durante il collegamento televisivo con il TG1 da Via del Plebiscito, Paolini è caduto a terra, insieme alla giornalista Rai e ha sbattuto violentemente la testa.

Nel frattempo, la giornalista ha sporto denuncia contro l’aggressore e il suo comitato di redazione ha espresso in una nota tutta la propria solidarietà alla collega e un appunto sull’operato delle forze dell’ordine:

Non solo l’ennesima interruzione di una diretta del telegiornale del servizio pubblico, ma una vera e propria aggressione fisica. Questo è quanto ha dovuto subire la nostra collega Sonia Sarno davanti a uno dei luoghi più protetti d’Italia, Palazzo Grazioli. Un’altra bravata del signor Paolini. Il Cdr del TG1 esprime la solidarietà di tutta la redazione alla collega Sarno e non può esimersi dal chiedere perché in tutti questi anni le forze dell’ordine non siano mai riuscite a tenere a freno le incursioni teppistiche di questo personaggio.

Paolini perde il pelo ma non il vizio. Il suo ritiro dai piccoli schermi, a quanto pare, è ancora lontano.