Sta impazzando sul Web la clamorosa gaffe del Tg5, rivelata, con qualche imbarazzo, dalla trasmissione “Chi l’ha visto“. La figuraccia è dovuta ad un servizio di Alan Patarga andato in onda la scorsa settimana sul telegiornale dell’ammiraglia Mediaset.

L’idea è stata quella di stampare brutalmente la cartolina di Matthias Schepp alle figlie Livia e Alessia, vista nella trasmissione di Federica Sciarelli, chiedendo a un grafologa di fare un’analisi della personalità del padre suicida, per poi ricamarci su un servizio. Peccato però che quella cartolina fosse una mera ricostruzione grafica, anche perché l’uomo non scriveva neppure in italiano, bensì in tedesco.

Galleria di immagini: Gaffe TG5 su Matthias Schepp

La Sciarelli non ha potuto esimersi dal correggere i colleghi:

“Noi non mettiamo mai bocca negli altri programmi. Siamo orgogliosi di essere copiati, anche sfacciatamente. Ma dobbiamo dare una comunicazione, anche di servizio: nel prendere alcuni dei nostri documenti, qualcuno è incappato in un errore davvero madornale, e ci ha fatto incappare anche dei periti. Avevamo saputo che Matthias Schepp aveva spedito una cartolina alla moglie, era la famosa cartolina col coniglio sul prato. Abbiamo fatto una riproduzione della cartolina. In italiano. Ma come sapete, Matthias Schepp scriveva in tedesco. Qualcuno ha preso la nostra riproduzione della cartolina e l’ha fatta analizzare da esperti grafologi.”

L’aspetto più incredibile della vicenda, oltre alla superficialità del giornalista, che ha prelevato dalla trasmissione Rai l’immagine della cartolina senza dichiararne e valutarne la paternità, è che la grafologa chiamata ad analizzare quel testo, Candida Livatino, ci ha pure trovato “chiari segnali di aggressività latente”, concentrandosi sulle sottolineature, sulla mancanza di stacchi nella scrittura (“non stacca mai la mano dal foglio”) senza accorgersi che si trattava di una grafia computerizzata priva di qualunque caratteristica umana.

Al di là delle sviste che possono sempre capitare nelle redazioni, c’è da chiedersi a questo punto se la grafologia sia una scienza o una pseudoscienza. Perché questa esperta è riuscita a fare una perizia psicologica di una macchina.