Estate significa soprattutto mare, relax e divertimento, ma questo non vuol dire che si è autorizzati a dimenticare educazione e buone maniere a discapito del nostro vicino di ombrellone: ecco dunque alcune semplici ma essenziali regole da rispettare nel galateo in spiaggia.

  • Tenete pulita la spiaggia. Questa è la prima regola da rispettare, fondamentale per dare l’esempio, per insegnare ai proprio figli l’educazione e l’amore per la natura, per essere sicuri che, quando si ritornerà in spiaggia, la si troverà pulita per merito vostro e di persone come voi. In alcuni luoghi possono essere carenti cestini e secchi della spazzatura: basta portare una busta da casa da rimepire con tutti i rifiuti e da gettare tornando dalla spiaggia il prima possibile.
  • Non alzate la sabbia. In spiaggia c’è sempre un po’ di vento: quando posizionate ombrelloni e teli o quando vi precipitate per un tuffo in mare abbiate l’accortezza di non alzare la sabbia, o di farlo il meno possibile, perché inevitabilmente finirà negli occhi del vostro vicino.
  • Non ascoltate musica a tutto volume. Immaginate se, in una spiaggia affollata, tutti mettessero la propria musica a tutto volume da stereo e cellulari. La situazione sarebbe insostenibile. Dunque, a meno che non vi troviate in un luogo isolato o con amici e conoscenti a cui avete chiesto il permesso, utilizzate le cuffie per non disturbare i vicini.
  • Preferite pasti semplici. Ci sono tante ragioni per preferire in estate piatti semplici, freschi e leggeri,  tra queste c’è una digestione da rende più rapida e semplice possibile per non appesantirsi ma c’è anche l’etichetta: strafogarsi di melanzane alla parmigiana e simili non è per nulla elegante. Un panino al prosciutto o della frutta vanno più che bene per un pasto leggero in spiaggia, avrete sempre la cena per recuperare le leccornie perdute.
  • Tenete d’occhio i bambini. La spiaggia è senz’altro un luogo dove i più piccoli possono divertirsi tra sabbia, giochi sulla battigia come i racchettoni, e tuffi in mare. Non abbandonateli però a se stessi, teneteli sempre d’occhi (anche per la sicurezza) e abbiate cura che non schiamazzino e che con i loro giochi non infastidiscano nessuno. Se fanno delle buche con palette e secchielli, prima di lasciare la spiaggia ricordatevi di riempirle, perché se non viste potrebbero essere pericolose per altri bagnanti.
  • Non maltrattate i venditori ambulanti. A volte i venditori ambulanti possono essere un po’ insistenti, ma nella maggior parte dei casi passano e se ne vanno senza disturbare. Quindi, che siano in possesso della licenza o no, sono sempre persone al lavoro, per giunta sotto il sole cocente, e vanno comunque rispettate e mai derise o umiliate.
  • Vestite con stile. C’è chi ha più stile, chi meno, in ogni caso cercate sempre di scegliere mise dignitose, tra costume e copricostume, adatte alla vostra età e al fisico, che valorizzino i punti forti e non sottolineino i difetti.
  • Spettegolate, ma con misura. Inevitabile, soprattutto tra amiche, il pettegolezzo che riguarda i vicini di ombrellone o il bagnino: fatelo, ma con misura e soprattutto senza farvi scoprire. Sarebbe una caduta di stile imperdonabile.