Dimagrire nelle gambe è un vero e proprio chiodo fisso per molte donne. Spesso, infatti, si fa attività fisica, ma non si riesce a ottenere in maniera adeguata l’effetto desiderato: anzi, il risultato, il più delle volte, porta ad avere la parte superiore del corpo – braccia e busto – particolarmente tonica e muscolosa, mentre la parte inferiore non subisce lo stesso positivo effetto.

Le gambe, di sicuro, sono la parte più influenzata dalle attività quotidiane: fare un lavoro sedentario, ad esempio, può vanificare qualsiasi sforzo per dimagrire e renderle toniche. Oppure, per una donna, la ritenzione idrica – specie nel periodo premestruale – può diventare il vero nemico di gambe magre e asciutte.

Non esiste una ricetta perfetta per avere gambe toniche e snelle. Tuttavia, ci si può affidare a una serie di accorgimenti e di esercizi che potrebbero aiutare a raggiungere l’obiettivo tanto desiderato. Durante la giornata occorre bere molto, almeno un litro e mezzo di acqua. Se si svolge un lavoro d’ufficio, bisogna cercare di non rimanere sedute troppo a lungo, ma di alzarsi e muoversi più che si può, di cambiare posizione e di svolgere in piedi quelle attività per cui la poltrona non è necessaria. Il tutto evitando di cadere in diete squilibrate, fatte di soli panini e poca frutta e verdura.

Una volta tornate a casa, allora sarà il momento opportuno per svolgere qualche esercizio che aiuterà a dimagrire gambe e cosce e a rinforzare le ginocchia. Gli esercizi cardio dovrebbero essere svolti tutti i giorni per almeno mezz’ora. Cyclette, step, corsa o camminata sul tapis roulant aiuteranno non solo a snellire gambe e cosce, ma anche fianchi e glutei.

Almeno due volte alla settimana, invece, occorre fare gli squat. Gli squat permetteranno di rinforzare il tono muscolare delle cosce e di bruciare più calorie. Praticare gli affondi (con o senza pesi) è il passo successivo per poter ottenere gambe più toniche: in particolare, con gli affondi si metterà in tensione la parte esterna della coscia, quella direttamente attaccata al bacino, vera e propria croce per le donne dai fianchi importanti.

Camminare è, probabilmente, l’attività che più può aiutare nell’intento. Per camminare non sempre serve avere un tapis roulant. Anzi, uscire di casa e poter misurare a piedi tutte le difficoltà del terreno non può che essere di grande aiuto. Infatti, uno degli esercizi che più può aiutare a tonificare le gambe, è camminare su un piano inclinato, sia in salita che in discesa, un toccasana per i polpacci. Allo stesso modo, ci si può allenare salendo e scendendo le scale, metodo di sicuro infallibile.

Fonte: eHow