Il Presidente dei Senatori del Pdl Maurizio Gasparri ha recentemente espresso il proprio disappunto nei confronti dei reality show che, da diverso tempo, affollano la televisione italiana:

I reality non sono stati certo un guadagno, né un arricchimento per la Rai, ma neanche per Mediaset o per la televisione in generale.

Questa dichiarazione è stata rilasciata durante la registrazione della quinta puntata dell’ultima edizione del Maurizio Costanzo Show, in onda domenica prossima in seconda serata su Canale 5.

Ad incalzare il dibattito, il direttore di TV, Sorrisi e Canzoni Alfonso Signorini. Il giornalista ha, infatti, interrogato Gasparri sullo stato attuale della televisione pubblica. In merito alla questione, l’Onorevole ha dichiarato:

Ma la Rai, così come la televisione in generale, non si può buttare in blocco: la Rai manda in prima serata programmi culturali e inoltre, con l’avvento del digitale terrestre la qualità della TV è migliorata perché si è amplificata la scelta dei canali.

Nonostante questo apprezzamento nei confronti di alcune trasmissioni informative e culturali targate Rai, Gasparri continua a mantenere la propria opinione sui reality show. Non è la prima volta che l’Onorevole si esprime negativamente su questi programmi, già lo scorso gennaio, infatti, balzarono agli onori di cronaca le seguenti affermazioni:

Avranno anche successo, e questo dovrebbe essere motivo di riflessione autocritica per tutti, ma questi reality sono ormai la pattumiera della televisione. Si fa clamore ad ogni costo e si lanciano messaggi sempre peggiori. Il perdurante successo di queste trasmissioni spazzatura e l’inutilità delle critiche che ad esse sono rivolte non fanno venire meno il dovere di immaginare risposte di tipo economico a TV pubbliche e private così diseducative.