L’attore americano George Clooney, in qualità di ambasciatore per i diritti umani per l’ONU, si è recato recentemente nel Sudan meridionale. Durante il suo viaggio è stato letteralmente aggredito da una signora anziana che gli ha sputato sulle mani e sulla testa. Il gesto si è rivelato però essere una tradizionale benedizione Sudanese.

La prima reazione del popolare attore è stata naturalmente di shock, per poi ringraziare e salutare calorosamente l’anziana signora.

In realtà non si sa quanto Clooney abbia apprezzato il gesto della signora, poiché nella cultura occidentale lo sputo è sinonimo di insulto e non di benedizione. Così egli ha raccontato l’accaduto al “TODAY” show:

Sono stato benedetto (ride). Era la nonna di un nostro amico che vive in una piccola e poverissima baracca. La sua benedizione consiste nel prenderti le mani e sputarci sopra, poi ti fa abbassare. Sputa sulla tua testa. Io non avevo mai ricevuto una tale benedizione, è stato interessante ed è stata una bella cosa!

L’attore avrà sicuramente pensato che, visto i difficili tempi che corrono, l’importante è farsi benedire, anche se questo significa farsi sputare addosso.

George Clooney è andato in Sudan per cercare di scongiurare la divisione del Paese, in seguito alle elezioni che ci saranno a gennaio prossimo, e quindi per evitare che si crei un ulteriore conflitto in queste terre già dilaniate dalla povertà e dalle guerre.