George Clooney ha partecipato ieri alla premiere di Suburbicon, il suo ultimo film da regista, a Los Angeles, arrivando accompagnato non solo dalla moglie Amal Clooney, ma anche dalla suocera Baria Almuddin.

Il divo di Hollywood si è presentato all’evento indossando un completo nero lucido con camicia en pendant portata aperta, rendendo così il suo look più casual. Elegante come sempre Amal, che ha sfilato sul red carpet con un vestito lungo con strascico a fantasia geometrica e senza spalline nella tonalità del bianco e del blu, abbinato a pendenti con cristalli e una clutch bianca e argentata. La mamma dell’avvocatessa, invece, indossava un completo verde scuro.

Durante la presentazione del film, a cui ha partecipato anche Julienne Moore e Matt Damon, protagonisti della pellicola, George Clooney ha parlato anche del caso Harvey Weinstein, il produttore hollywoodiano accusato nelle ultime settimane di molestie a danno di numerosissime attrici.

“Stiamo discutendo della situazione delle donne a Hollywood da alcuni anni”, ha spiegato l’attore all’emittente televisivo ITV, “arriveremo al punto in cui le donne si sentono al sicuro nel parlare di quanto hanno subito e di essere ascoltate attentamente, mentre gli uomini che fanno queste azioni non si sentiranno più al sicuro.

Speriamo che questo sia un momento importante e che non ci ritroveremo tra pochi mesi a ricordare il caso solo con qualche stupida battuta su Harvey Weinstein, senza che niente sia cambiato di fatto”.

George Clooney ha poi parlato della sua nuova avventura da padre e di come se la sta cavando dopo la nascita dei due suoi gemelli, Ella e Alexander Clooney. “Alexander pesa un chilo in più di sua sorella”, ha spiegato il sex symbol, “hanno ognuno una grande personalità. Ella è molto elegante e graziosa e ha questi grandi occhi: assomiglia ad Amal. Alexander, invece, è un bambino cicciottello, ride più forte di tutti quelli che sono nella stanza, è divertentissimo”.