Secondo George Takei, attore di Star Trek, è inutile domandarsi ancora quale sia la saga fantascientifica migliore tra Star Trek, appunto, e Guerre Stellari. Meglio unirsi verso un comune nemico, detto anche la saga di “Twilight”, che sta appestando il mondo dei giovani con inutili e superficiali problemi.

George Takei, ex Hicaru Sulu di una delle serie televisive che hanno fatto la storia delle produzioni fantascientifiche, Star Trek, è intervenuto in una lite tra il collega Capitano Kirk, alias William Shutner, e la Principessa Leila di Guerre Stellari, alias l’attrice Carrie Fisher, che si azzuffavano su quale fosse la saga migliore. Secondo l’attore bisogna invece indirizzare le proprie energie contro “Twilight”:

Galleria di immagini: Twilight vs. Star Trek vs. Guerre Stellari

«C’è un’inquietante minaccia a tutta la fantascienza. Si chiama Twilight, ed è davvero, davvero brutto.»

Lungi dall’esprime un giudizio negativo senza argomentarlo, Takei fornisce le sue ragioni di tanto disprezzo:

«Sparito qualsiasi senso di eroismo, cameratismo o battaglie epiche. Al loro posto, vampiri che luccicano, si lamentano e vanno al liceo. I fan della fantascienza sono avvisati, non ci sono grandi storie, personaggi o lezioni di vita profonde da trovare in “Twilight”. No, in Twilight l’unico messaggio che squilla forte e chiaro è “Piaccio al mio ragazzo?”.»

E in quest’ultima battuta fa una voce lagnosetta che dovrebbe essere quella di Kristen Stewart. In qualche modo sembra riproporre una battaglia tra maschi e femmine, con la saga vampiresca che si è imposta prevalentemente al pubblico femminile e Star Trek/Guerre Stellari più prettamente maschile. Oppure ha semplicemente ragione Takei, e i vampiri che luccicano sono una minaccia alle storie epiche e alle menti dei giovani?

Fonte: HollywoodLife