Marchesa non sfilerà alla New York Fashion Week che si terrà dal 8 al 16 febbraio 2018. La griffe statunitense non è la prima o l’unica: dalla scorsa stagione gli stilisti di Proenza Schouler si sono “trasferiti” per i loro show a Parigi (e hanno presentato la collezione di prêt-à-porter Primavera-Estate 2018 durante la settimana della Haute Couture). Rodarte ha scelto invece di realizzare una serie di ritratti per presentare la collezione Autunno-Inverno 2018/19 e anche Altuzarra e Public School hanno deciso di non partecipare alla prossima settimana della moda newyorchese.

Quella di Marchesa però non è tanto una scelta di business, ma è più una scelta personale: Georgina Chapman, fondatrice del brand con Keren Craig, ha deciso di allontanarsi dai riflettori dopo lo scandalo che ha coinvolto l’ormai ex marito Harvey Weinstein e molte attrici di Hollywood. Oggi è arrivato l’annuncio ufficiale: la sfilata di Marchesa, originariamente in programma per il giorno di San Valentino, è stata cancellata dal calendario. La collezione Autunno-Inverno 2018/19 verrà presentata digitalmente: “Questa stagione, Marchesa è entusiasta di presentare la sua nuova collezione per l’Autunno-Inverno 2018 con un nuovo format” hanno annunciato le due designer al New York Post.

Georgina Chapman, che ha fondato Marchesa nel 2004, è stata legata al produttore cinematografico Weinstein dal 2007 al 2017. Subito dopo lo scandalo la stilista aveva dichiarato a People: “Il mio cuore si spezza pensando a tutte le donne che hanno sofferto un terribile dolore a causa di queste azioni imperdonabili. Ho deciso di lasciare mio marito. Occuparmi dei miei figli è la mia priorità e chiedo alla stampa di concedermi un po’ di privacy”.