Gerard Butler ha rischiato grosso lunedì durante le riprese del suo ultimo film sul surf: è caduto dalla tavola ed è stato travolto da due onde che lo hanno lasciato sott’acqua molto a lungo. L’attore è stato subito portato all’ospedale, dove ora è in fase di ripresa.

Si trovava in una zona della California nota tra i surfisti per la potenza delle onde, quando Gerard Butler è stato sbalzato via dalla tavola e travolto dalle onde. Pare che dei surfisti esperti nella stessa zona e in circostanze simili non siano sopravvissuti, figuriamoci quindi uno scozzese che ha imparato a surfare solo quest’estate.

Galleria di immagini: Gerard Butler sul surf

Gerard è rimasto sott’acqua per due ondate consecutive, non riuscendo a riemergere. L’attore 42enne tuttavia è riuscito a venire a galla, ed è stato subito soccorso e portato al più vicino ospedale, lo Stanford Medical Centre, dove è stato tenuto sotto osservazione per la notte.

L’attore di “300” è impegnato nelle riprese di “Of Men and Mavericks“, che racconta proprio la storia di un surfista finita in tragedia: Jay Moriarity è stato il più giovane campione di surf, che ha vinto uno dei premi più ambiti dello sport preferito dai californiani a soli 16 anni, per poi morire 6 anni più tardi surfando al largo delle Maldive.

Un famoso surfista ha assistito all’incidente di Butler e ha riportato l’accaduto:

«Butler è stato trattenuto sott’acqua per due buone ondate e si è preso altre quattro o cinque onde in testa prima di riuscire a tornare in superficie. Anche in giornate minori l’interno dell’onda può spingerti sotto di tre metri e farti seriamente a pezzi. Quando hanno portato Gerard sulla spiaggia aveva quello sguardo fisso dei surfisti che hanno visto la morte in faccia.»

Per fortuna è sopravvissuto, e al momento si sta riprendendo, come ha confermato il suo portavoce:

«È completamente sano, l’hanno trattenuto per osservazione. Ora sta bene.»

Fonte: DailyMail