Un nome, una garanzia, quello di Gerry Scotti, indubbiamente il volto più rassicurante della televisione italiana, volto simbolo di Mediaset. Tranquillo, riesce a commuoversi parlando di suo figlio, una vita serena. Ma, dietro quell’aria da bravo ragazzo, ci sono le bravate che tutti fanno in gioventù. Anche Gerry Scotti ha fatto la sua parte. Così racconta in una intervista al “Corriere della sera”, la sua prima conquista, il primo bacio.

Era la sua prima vacanza da solo, confessa Gerry Scotti, una vacanza premio grazie agli ottimi voti ottenuti al primo liceo. C’è l’incontro con una tedesca, ricorda con emozione, era in campeggio:

“Dicevano che le tedesche avevano costumi più aperti. A me più che gli stereotipi sulle tedesche, mi sembrava di vivere in stile io mammeta e tu”.

Era il sogno di qualsiasi ragazzo incontrare una ragazza disinibita, diversa dalle rigorose italiane tutte casa e chiesa, un bacio significava già quasi un fidanzamento ufficiale. Ed erano ancora i tempi in cui niente era dovuto, una premiazione significava un successo scolastico. Così ricorda Gerry Scotti:

“Avevo appena terminato il primo liceo e, grazie ai buoni voti, mi avevano dato il permesso di partire per la mia prima vacanza in tenda. Non vedevo l’ora di assaporare una vacanza in libertà, con gli amici, le chitarre…”

A Lignano Sabbaiadoro Gerry Scotti incontra Inge, completamente diversa da quel che si raccontava delle tedesche:

“Intanto era mora e, a differenza dell sue connazionali, non parlava inglese. Inoltre tutti i ragazzi raccontavano che le tedesche erano più inclini a lasciarsi andare… e io invece avevo trovato praticamente una suora! Mi sembrava di vivere in stile io mammeta e tu”.

La prima conquista di Gerry Scotti si era conclusa con un timido bacio, a lui era piaciuta per questo, una ragazza tenera che, a distanza di quarant’anni, non ha ancora dimenticato:

“Quel bacio dato sotto la luna, sulla rotonda di Lignano, resta uno dei miei ricordi più belli”.