Non è facile, ma hai solo bisogno di tempo

Se hai delle difficoltà a gestire il comportamento del tuo bambino e pensi che la situazione ti stia fuggendo di mano, prova a pensare che potresti essere tu il problema e non lui. Lo stress e la stanchezza che possono derivare dal crescere un figlio da soli mette a dura prova le nostre capacità.

A volte alcuni genitori si sentono incapaci di fronte al proprio figlio, al punto che provano sensazioni negative nei suoi confronti. In questi casi, la cosa migliore da fare è quella di prendere una pausa dal mestiere di genitore. Pur non essendo facile, prova magari a lasciarlo dai nonni o da un amico e dedica una giornata a te stessa. Se non hai la possibilità di lasciarlo a qualcuno, prendi una baby-sitter per qualche ora per calmarti e riposarti.

Prova a guardare la vita dalla sua prospettiva

Se provi a vedere la vita dal punto di vista del tuo bambino, puoi capire come è difficile e frustrante, a volta, essere piccoli. Ha appena imparato a camminare e ad arrampicarsi e il mondo gli offre mille possibilità di avventura e di divertimento. Ma appena si arrampica sulla finestra per scoprire le mille meraviglie che si nascondono fuori di casa, qualcuno gliela chiude per paura che cada giù. Oppure appena vede una borsa che sembra proprio quella dove la mamma tiene i suoi giocattoli quando lo porta all’asilo, ecco che qualcun altro gli dice che non la deve toccare.

Ora che è in grado di aiutare la mamma nelle sue faccende domestiche, gli viene detto di non fare confusione perché la mamma ha da fare. Ha tanti giochi con cui giocare, ma gli oggetti più interessanti che sono in casa vengono messi lontano dalla sua portata. Gli vengono dati fogli e matite colorare per disegnare, ma quando vuole dipingere le pareti di casa sua, i genitori si oppongono.

Invece di andare al parco, deve andare in un noioso supermercato e, una volta lì, non gli viene permesso di toccare nulla, né di correre e urlare. A volte, poi, può capitare che i genitori non siano d’accordo tra loro sulle regole che devono essere rispettate in casa. Mentre la mamma non è d’accordo, al papà non dispiace affatto vederlo rispuntare da un angolo della casa, dopo che la mamma lo aveva messo a letto.

A chi deve dare retta? Mamma gli lascia scegliere quello che vuole indossare, mentre papà pretende di infilargli la prima cosa che tira fuori dall’armadio. Qualche volta la mamma gli permette di comprare le caramelle al supermercato, altre volte no. In più ci sono i problemi di linguaggio! Lui sa esattamente cosa vuole o cosa vuole dirti, ma non è sempre facile esprimersi quando si fa ancora fatica a mettere una parola dietro l’altra.