Una domenica infuocata tra i partecipanti del Grande Fratello. Al serale registrato di “La nostra avventura” si è quasi scatenata la rissa tra il vincitore Mauro Marin e George Leonard. Non si è compreso appieno come la dinamica dei fatti si sia sviluppata, sicuramente Mauro è sbottato dopo mesi di continui attacchi dei suoi coinquilini, urlando contro George, che non ha tardato a definirlo “violento” con consumata teatralità.

Un momento di pessima televisione, aggravata dal fatto che speravamo fossero finiti i litigi tra i ragazzi una volta fuori la casa. Ma forse, è un po’ troppo presto per sperarci, si vedrà in futuro.

Dalla fanpage di Mauro Marin, intanto, giunge voce di un malore del vincitore del GF. Pare si sia trattata di una paresi conseguente allo stress: tra la vittoria e i continui attacchi non si può dire che Mauro stia passando un periodo sereno. Il ragazzo è stato portato d’urgenza in ospedale, interrompendo così la videochat prevista per le 14 sul portale Mediaset.

Nell’attesa della puntata di ieri sera, il pomeriggio a Domenica 5 è stato altrettanto infuocato. Ospite, infatti, del salotto di Barbara D’Urso, la pornostar Laura Perego, che in passato aveva affermato di aver fatto sesso con Veronica Ciardi.

Dapprima diffidente, Veronica ha dialogato, talvolta litigando, con la controversa pornodiva, le cui incursioni sono cosa nota. Il tutto, naturalmente, mentre la cubista romana veniva difesa dall’amica Sarah Nile, presente in trasmissione. Durante la pubblicità, pare che le tre abbiano fatto volare schiaffi e calci, almeno stando a quanto dichiarato dalla D’Urso alla ripresa dopo il break.

Sempre all’interno del contenitore domenicale, c’è stato anche uno scontro, questo fortunatamente solo verbale, tra George Leonard, Carmela Gualtieri e un paparazzo che aveva cercato di fotografarli in strada e al quale avevano mostrato il dito medio. I due innamorati hanno smentito di aver fatto il gestaccio, ma un filmato ha mostrato la loro palese bugia.

Sembra quasi che i protagonisti del GF di quest’anno, nel bene o nel male, non vogliano abbandonarci, tuttavia preferiremmo vederli protagonisti di episodi maggiormente edificanti.