È proprio vero che l’abito non fa il monaco. Così, il nuovo fenomeno del Grande Fratello 11, si chiama Giuliano Cimetti ed è un gigolò. Ci sarebbe anche da appuntare che non è un mestiere esattamente legale il suo, ma tant’è, c’è una storia dietro comune a moltissimi italiani.

Giuliano ha 36 anni, ha subito due trapianti di cornea, ed è infatti un operaio cassintegrato, come tanti in questi tempi di crisi economica dilagante: ha iniziato a fare il gigolò per necessità, una storia simile a quella raccontata da Spike Lee in “Lei mi odia”, in cui un afroamericano veniva coinvolto nell’affondamento della sua azienda e decideva, suo malgrado, di fecondare donne lesbiche in carriera a pagamento.

Non ci sarebbe forse nulla di strano, non fosse altro che nell’immaginario collettivo Giuliano non ha esattamente le sembianze del gigolò: la cinematografia ci aveva abituati a uomini bellissimi del calibro di Richard Gere in “American gigolò”, per cui in studio e a casa, appena Giuliano ha fatto il suo ingresso al Grande Fratello, ha destato molto stupore.

Il più impietoso è stato Alfonso Signorini che non si è risparmiato dal fare battute impietose:

Meglio scaricare i pomodori che fare il gigolò. Sono sconvolto, è la prima volta che uno che fa questo mestiere dovrebbe pagare invece di essere pagato.

Ma anche Facebook non si è risparmiato: tra note e fanpage ironiche, il pubblico a stento riesce a credere che Giuliano fosse solito vendere il proprio corpo.

È arrivato col casco Giuliano, un po’ per la sua passione per la moto, un po’ per non essere riconosciuto nell’immediato, dato che i suoi genitori fino a ieri non sapevano della sua vita segreta. Nemmeno i suoi compagni di avventura sanno del suo lavoro, per disposizione del Grande Fratello, nonostante le ragazze siano state incaricate di scoprire chi dei ragazzi sia l’accompagnatore. E chissà se qualcuna ci riuscirà.

Ecco la gallery di tutti i concorrenti di Grande Fratello, incluso l’atipico escort maschile.