Solitamente, quando qualcuno che abita vicino a noi partecipa a un programma televisivo, i conterranei sono pronti a difenderlo a spada tratta. Al Salento è capitato ultimamente, al di là della loro bravura, con Davide Mogavero, attuale concorrente di X-Factor, e con le due vincitrici di “Amici” Alessandra Amoroso ed Emma Marrone.

Così, su Facebook è nata una Fanpage che vuole difendere la cultura salentina. All’apparenza questo non c’entrerebbe nulla con Francesca Giaccari, galatinese del Grande Fratello, ma, in realtà, tra le info del profilo si legge una critica molto aspra alle cose che Francesca ha detto nella casa di Cinecittà, immortalate peraltro in un video.

In questo video, Francesca avrebbe decisamente travisato il contenuto culturale del ballo tipico salentino, la pizzica (negli ultimi anni interpretata musicalmente da artisti internazionali quali Stuart Copeland dei Police, Giovanni Lindo Ferretti, Carmen Consoli e Francesco De Gregori, solo per citarne alcuni), forse per renderlo fruibile agli altri concorrenti del GF, ma l’effetto generato è stata una grossa presa in giro e l’accostamento a ubriachi e prostitute che non tutti hanno gradito.

Nelle info della pagina “Contro chi ridicolizza la cultura salentina” si legge:

Come Salentina, Galatinese, sono sconcertata dall'”esibizione” o “lezione” che Francesca Giaccari ha fatto indegnamente al Grande Fratello di quella danza che impropriamente chiama “taranta”, ma che invece si chiama “pizzica”, e che ha origini dal tarantismo, fenomeno antropologico salentino, oggetto di anni di studio da parte di filosofi, psicologi, musicoterapeuti, psichiatri, etnologi, etno-musicologici, antropologi, e medici. […] La pizzica non è un ballo per ubriachi, da fare con gli amici, mimando zia Concetta che si alza da tavola dopo aver mangiato e bevuto troppo. L'”allieva” della Giaccari sostiene poi che si tratti di una danza di prostituzione. Non mi soffermo sugli aspetti tecnici dell’esibizione, che nulla ha a che vedere con la pizzica. Mi vergogno della ridicolizzazione di una tradizione così importante della cultura della mia terra.

Seguono vari testi che la Giaccari viene invitata a leggere, su indicazione dei fondatori della fanpage in questione. In realtà, non si tratta del primo attacco del genere alla pugliese, che già nella sua fanpage ufficiale era stata oggetto di accuse sul suo modo di parlare il dialetto come alternativa all’italiano e per le sue “lezioni di taranta“.

Alla rivista “Il tacco d’Italia” era persino pervenuta una lettera firmata da una lettrice, in cui si leggeva:

Credete sia possibile chiedere di smetterla di svendere la nostra cultura per un piatto di ceci? Ieri ho visto il GF ed è entrata Francesca Giaccari, salentina di Galatina. Appena è entrata, ha cominciato a parlare di pizzica e a parlare dialetto in una maniera esasperata. Sinceramente comincio a essere un po’ stanca di questo stereotipo salentino di pizzica dance-hall. Perché non è solo questa la nostra cultura. Non è un’operazione di marketing.

Il gruppo contro “la taranta” di Francesca Giaccari ammonta a circa 300 persone, mentre il suo fanclub ufficiale a più del doppio. Anche se, parlando di consensi su Internet, con altri non c’è partita: solo la fanpage ufficiale di Davide Mogavero, che viene peraltro dato come vincitore di X-Factor dai pronostici degli stessi concorrenti, ammonta infatti a quasi 7mila fan.