Emilio Perrella si dà fuoco di fronte agli studi di Cinecittà, per lamentare un presunto raggiro da parte di un dirigente Mediaset.

A Perrella, che aveva preso anche parte a una puntata di Tamarreide, era stato assicurato l’ingresso alla dodicesima edizione del Grande Fratello, tanto che si era fatto tatuare il logo dell’azienda privata che manda in onda il reality.

Galleria di immagini: Grande Fratello 12, i concorrenti

Ma così evidentemente non è stato: ormai i partecipanti iniziali al Grande Fratello sono ben noti a tutti. Per questo Perrella, conosciuto anche come “lo stallone di Cercola”, ha avvisato del gesto che avrebbe compiuto all’emittente privata napoletana Luna 2 e si è dato fuoco a Cinecittà.

Fortunatamente per lui, alcuni dei presenti sono intervenuti a scongiurare il folle gesto e “lo stallone” non ha riportato grossi danni, almeno al corpo. L’uomo è infatti minato nello spirito e ha voluto fare questo gesto perché sostiene di essere stato raggirato, come ha comunicato ai media.

Perrella era stato rassicurato, a suo dire, da un dirigente dell’azienda del GF, che però al momento clou si sarebbe fatto spacciare per morto. Si trattava di una chiara bugia per non essere contattato ulteriormente e questo avrebbe però fatto scattare in Perrella la rabbia, non solo per l’esclusione, ma soprattutto per essere stato preso in giro.

Fonte: Yahoo.