Kiran Maccali è uscito ieri dalla casa del Grande Fratello. È stato per lui un finale al cardiopalma: il televoto è stato del 55% a suo sfavore, contro il 45% dei voti presi da Chiara Giorgianni. Così, dopo oltre due mesi, l’avventura di Kiran si interrompe suo malgrado. Per lui è stata in generale una puntata densa di emozioni: è emerso un particolare non da poco del suo passato, un passato fatto di droga, di cui il ragazzo bergamasco di origini indiane non aveva fatto parola.

Alessia Marcuzzi ha chiamato Kiran Maccali nella stanza delle sorprese con l’amico Rudolf Mernone. È stato mostrato al pubblico un filmato dei genitori di Kiran, che hanno raccontato di questo passato, fortunatamente ormai archiviato, di tossicodipendenza. DireDonna ha ascoltato Kiran appena uscito dal Grande Fratello.

Galleria di immagini: Kiran Maccali

Kiran, perché pensi di essere stato eliminato al televoto?

«Credo perché sono stato troppo chiuso. Intendiamoci, come mi sono mostrato nella casa di Cinecittà è come sono veramente, mi apro poche volte, ho questo modo di fare un po’ burbero, sai come Ken Shiro, che è un duro e punisce i cattivi, ma nel suo cuore è dolcissimo.»

Nel corso della puntata si è parlato del tuo passato di droga: nonostante il tuo grande amico Rudolf fosse con te a spalleggiarti e a darti fiducia, non è mancata la critica di Alfonso Signorini, il quale ha affermato che gli sarebbe piaciuta una forte presa di posizione da parte tua contro la tossicodipendenza. Cos’hai provato in quella parte della puntata?

«Durante la puntata è emersa una parte del mio passato di cui non parlo molto, e quando ne parlo sono decisamente riassuntivo. Quella parte della mia vita mi ha segnato molto, mi rendo conto che il passato è importante, ma il mio motto è: mai guardare indietro, bisogna andare sempre avanti.»

Nella casa di Cinecittà hai anche avuto una simpatia, o meglio un’attrazione, per una ragazza: Gaia Bruschini, perché ti ricorda la tua ragazza. Ora che sei uscito tornerai alla vita di prima e riabbraccerai la tua fidanzata?

«In questo momento ancora non so cosa mi riserva il futuro, si vedrà cosa succede.»

Quali sono stati i momenti più belli al GF? E quelli più brutti?

«Tutti i momenti sono stati bellissimi, per una ragione o per un’altra. Poi, è normale che ci siano stati anche dei momenti di tristezza. Lì la percezione del tempo e delle emozioni è molto diversa rispetto a fuori, dove si vive 24 ore su 24. Noi del Grande Fratello viviamo 36 ore su 24.»

Chi vorresti vincesse?

«Rudolf Mernone (risponde senza esitazione alcuna, ndr). Credo che io e lui rimarremo amici per sempre, anche dopo il Grande Fratello».