Il Grande Fratello, come ogni fine settimana, diventa un luogo di tensioni, che vengono esplicate in vari modi. C’è chi urla, chi litiga, chi invece si dedica all’introspezione, come due dei nominati di questa tornata settimana: Leone Guicciardini e Kiran Maccali.

Entrambi i ragazzi, Leone Guicciardini e Kiran Maccali,, sembrano poco papabili per l’eliminazione, anche se con loro rischia Valeria Molin Pradel, uscita indenne da un altro confronto.

Galleria di immagini: Kiran Maccali

Certo comunque dispiacerebbe perdere due pezzi importanti della casa di Cinecittà, che si sono sempre impegnati nel mandare avanti la convivenza, seppur con qualche screzio. Ma il Grande Fratello è anche litigi in fondo.

Leone è entrato nel reality parlando con spensieratezza di sé. Dismessi i panni del nobile della famiglia Guicciardini, il 27enne si è dato da fare tra fornelli e gestione della casa. In questa faticosa settimana di nomination, Leone non ha avuto tentennamenti ed è rimasto ancorato alla sua serenità e alle sue idee. Sempre più stretto il legame con gli amici del primo giorno e sempre determinato il suo distacco dalla squadra bianca, per cui ha commentato:

«Non sono ipocrita, e non lo sarò neanche per salvarmi. Tornerei dalla mia superfidanzata Gioia, ma vorrei restare per godermi questa avventura.»

Kiran, da finto principe indiano, è diventato non senza difficoltà il re della casa senza sangue blu ma con un cuore grande. Il contadino bergamasco ha vissuto buona parte della settimana con l’ansia di chi teme di non potercela fare. La cosa che più lo inquieta è dover lasciare i suoi amici, ma smette di piangersi addosso e decide di vivere fino all’ultimo minuto questa avventura. Tra le consuete faccende casalinghe e le marachelle ai danni di qualche coinquilina, il 25enne coccola le amiche, alternando abbracci affettuosi a sguardi maliziosi. E attendendo il verdetto.