Arriva in sala il 30 marzo “Ghost in the Shell” con Scarlett Johansson, film di fantascienza basato sul manga creato da Masamune Shirow nel 1989. Alla regia c’è Rupert Sanders, regista di “Biancaneve e il Cacciatore”, su uno script di William Wheeler; alla produzione Avi Arad, Ari Arad e Steven Paul.

I diritti del manga, riadattato in varie forme (anime, serie tv e videogiochi), sono stati acquisiti dalla DreamWorks nel 2008, con l’obiettivo di creare un grande colossal fantascientifico: vera e propria scommessa, visto il successo planetario ottenuto dal fumetto e dal primo film d’animazione del 1995. D’altronde, la domanda che sta alla base di “Ghost in the Shell” – cosa accade se le intelligenze artificiali diventano tanto evolute da rivendicare i diritti di un essere umano? – ha affascinato nel modo in cui viene trattata molti registi a seguire, dai fratelli Wachowski di “Matrix“, che non hanno mai nascosto di essersi largamente ispirati all’anime del ’95, allo Steven Spielberg di “A.I.” e di “Minority Report“.

Rimarrà Sanders fedele all’originale come sperano i tanti fan? Non si può che sperare, in attesa dell’uscita in sala.

Ghost in the Shell con Scarlett Johansson: film

Il film segue le vicende del Maggiore, un ibrido tra un umano e un cyborg, che guida una task force d’élite, la Sezione 9, occupata in operazioni speciali. Devota al suo ruolo nel combattere gli estremisti e i più pericolosi criminali, la Sezione 9 si trova di fronte a un nuovo nemico il cui obiettivo è quello di spazzare via tutti i progressi e gli obiettivi raggiunti dalla Hanka Robotic nel campo della tecnologia informatica.

Galleria di immagini: Ghost in the Shell con Scarlett Johansson, foto

Ghost in the Shell con Scarlett Johansson: personaggi

  • Maggiore (Scarlett Johansson): umano e macchina insieme, Maggiore guida la Sezione 9. Durante la lotta al cyberterrorismo si trova a dover rispondere a delle domande sulla propria identità e sulla verità della sua creazione. “È un personaggio incredibilmente emozionante: è talmente potente e sensuale, essere umano e macchina insieme. Portare sullo schermo il mix di tutti questi elementi è stato molto inebriante per me come regista”, ha detto Rupert Sanders.
  • Batou (Pilou Asbæk): è il secondo in comando. Come altri della Sezione 9 è stato migliorato artificialmente, ma il suo corpo viene upgradato ogni volta che subisce un infortunio, così continua a perdere pezzi della sua umanità.  “È un esperto di combattimento ravvicinato, un killer, ma a mio modesto parere, è anche il cuore e l’anima di Ghost in the Shell. Mangia pizza, beve birra e ama i cani. Sono le cose che preferisco del suo personaggio. In sostanza, è un ragazzo semplice: affidabile, caldo e dolce“, ha spiegato Asbæk.
  • Daisuke Aramaki (Takeshi Kitano): è il patriarca di questa strana e disfunzionale famiglia che è la Sezione 9. “Kitano è stato uno dei primi che ho voluto nel progetto.  Non volevo che Aramaki fosse un membro non attivo del gruppo. È uno dei personaggi più complessi ed è passato attraverso le sue guerre e battaglie”, ha dichiarato il regista.
  • Dr. Ouelet (Juliette Binoche): importante scienziato della Hanka Corporation e creatore del Maggiore. Nelle versioni precedenti era un uomo, ma Sanders ha preferito rendere femminile il personaggio, per sottolinearne il lato materno. Lavorare per la Hanka Corporation le ha dato molti vantaggi nel suo lavoro, ma ha dovuto anche pagare un caro prezzo.
  • Kuze (Michael Carmen Pitt): è la mente dietro all’attacco audace a un dirigente della Hanka Corporation. Hacker geniale in cerca di vendetta, Kuze è disposto a sacrificare chiunque si metta sulla sua strada. Interpretato da Michael Carmen Pitt, Kuze trasuda minaccia e rabbia, ma anche la sua vulnerabilità.

Ghost in the Shell con Scarlett Johansson: uscita

Il film diretto da Rupert Sanders sarà al cinema in Italia dal 30 marzo, anche in 3D E Imax 3D, distribuito dalla Universal Pictures.

Ghost in the Shell con Scarlett Johansson: cast

Nel cast di “Ghost in the Shell“, accanto a Scarlett Johansson, ci sono Takeshi Kitano (Daisuke Aramaki), Juliette Binoche (Dr. Ouelet), Michael Pitt (Kuze), Pilou Asbæk (Batou) e Kaori Momoi.

I componenti della Sezione 9 sono interpretati da Chin Han, Danusia Samal, Lasarus Ratuere, Yutaka Izumihara e Tuwanda Manyimo.

Ghost in the Shell con Scarlett Johansson: anime

Il primo anime di “Ghost in the Shell”, del 1995, è stato diretto da Mamoru Oshii: un film di atmosfera dalla strepitosa colonna sonora che riesce a condensare il manga in 75 minuti. Lodata come uno dei primi anime a miscelare senza discontinuità animazione computerizzata e disegnata, è considerato uno dei capisaldi del cyberpunk, capolavoro tra la miglior fantascienza cinematografica mondiale. Nel 2008 la pellicola originale della prima trasposizione cinematografica è stata sottoposta ad un profondo restyling, con largo uso della CG, e ripubblicata con il titolo “Ghost in the Shell 2.0″.

Ghost in the Shell 2: Inosensu” (tradotto in Italia con “L’attacco dei cyborg”), sempre diretto da Mamoru Oshii, è del 2004. Per alcuni critici si tratta del primo noir di fantascienza. A distanza di nove anni, torna sullo schermo la Sezione 9 ancora capitanato da Aramaki, con Batou e Togusa. Il Maggiore è ufficialmente dispersa, libera nella Matrice dopo essersi fusa con il Signore dei Pupazzi, l’Intelligenza Artificiale senziente, sparita con il suo corpo, vera e propria macchina da guerra, e l’hard disk che rappresenta la sua memoria e quindi la storia stessa di questa struttura top secret. In seguito è stata prodotta la “Ghost in the Shell 2: Innocence – Music Video Anthology”, una raccolta di video musicali con allegata la colonna sonora del film.