Casual, eleganti, originali, classicissime: le giacche tornano nei guardaroba della primavera estate 2016 in mille declinazioni diverse.

Come spesso è accaduto nella storia della moda, è a Gabrielle Chanel che si deve l’invenzione della jacket, un capo comodo che non toglie femminilità: dritta, senza collo (al massimo è concesso il risvolto), con quattro tasche, con bordi a contrasto o in tinta e dove a ogni bottone con l’emblema della maison corrisponde un’asola. Averne una nell’armadio significa possedere un capo che non passerà mai di moda.

Galleria di immagini: Giacche: le più belle per la primavera estate 2016

Dalla jacket di Mademoiselle Coco a oggi, le varianti sul tema sono infinite e col tempo si sono aggiunti altri modelli che quest’anno la faranno da padroni. Vediamo quali sono.

  • Blazer doppiopetto: ha conosciuto il momento di massimo splendore negli anni Ottanta, quando era la divisa della donna in carriera. Il blazer dal taglio sartoriale e impeccabile di Giorgio Armani, immutato nel tempo per costruzione e modellistica, è diventato un must have senza tempo proprio come la jacket di Chanel. Questa estate conoscerà una variante over e una senza maniche, come quelle viste da Stella McCartney, una variante asimmetrica, che richiama le divise militari ma in una versione contemporanea, come da Fendi. Sarà colorato, a righe, fantasia. Insomma, un vero immancabile.
  • Bomber: nato durante la prima guerra mondiale, come giubbotto per piloti, è diventato un capo di moda alla fine degli anni Settanta, diventando la divisa prima dei giocatori di baseball, poi di diverse subculture giovanili, come gli skinheads e l’hip hop. Ora diviene femminile più che mai, ricamato con romantici fiori e declinato da Gucci in seta leggerissima e preziosa. Più abbordabili le versioni low cost di Zara e Stradivarius.
  • Biker di pelle: altro capo senza tempo, da Marlon Brando in poi (indimenticabile in “Fronte del Porto”) non ha mai conosciuto tramonto. Se H&M lo propone in finta pelle e nel classico nero, da Twin-Set by Simona Barbieri è in rosa quarzo e azzurro serenity, le due tinte pastello che questa primavera domineranno incontrastate.
  • Giacca jeans: non c’è primavera in cui non faccia la sua comparsa. Difficile manchi nell’armadio. Fay propone una Field Jacket dalla vestibilità slim realizzata in canvas tinto, con mostrine e chiusura a zip, ideale per un look casual e allo stesso tempo sofisticato. Guess, invece, dà vita a un modello crop, interpretazione moderna della giacca in stile biker.