Non è una novità che molti politici si vedano proiettati nel mondo dello spettacolo e del piccolo schermo. Dopo Alessandra Mussolini, Irene Pivetti e tanto volti noti della politica italiana, arriva il turno di Gianfranco Fini, il nostro Presidente della Camera.

Eccovi, in breve, il nuovo progetto televisivo: trasformare il canale satellitare della Camera dei Deputati, affinché non trasmetta solo le lunghe sedute parlamentari, ma si rinnovi al fine di diventare un vero e proprio canale televisivo la cui programmazione sarà disponibile anche sul Web.

Lo sviluppo del palinsesto del canale satellitare è funzionale all’ampliamento dei contenuti dell’informazione relativa ai lavori parlamentari. Ciò mediante la costruzione di un palinsesto organico che preveda trasmissioni anche nelle ore serali, nel fine settimana, nei periodi di sospensione dei lavori, mediante la produzione di contenuti aggiuntivi rispetto alle sedute e agli eventi, quali, esemplificativamente, documentari storico culturali, programmi da studio, sintesi dei lavori parlamentari, filmati divulgativi da utilizzare anche sugli altri canali di diffusione delle informazioni.

Questo è quanto è stato riportato nel progetto di bilancio che sta per essere approvato. Si prevedono, dunque, talk show, documentari storico culturali, sintesi dei lavori parlamentari, filmati divulgativi da utilizzare anche su altri canali. Secondo alcune indiscrezioni, Fini si è affidato al massimo esperto attualmente in circolazione, Giovanni Minoli, direttore uscente di Rai Educational.

Speriamo solo che questa idea e questa voglia di innovazione proposta da Gianfranco Fini riesca davvero a migliorare la funzionalità pubblica e sociale del mezzo televisivo.