Il presidente della Camera Gianfranco Fini non ha incertezze:

«Sono sicuro che si voterà nella primavera del 2012».

Ospite della fortunata trasmissione di Rai Tre “Che tempo che fa” condotta da Fabio Fazio con la presenza fissa di Luciana Littizzetto, l’ex leader di Alleanza Nazionale non risparmia critiche e considerazioni all’attuale linea politica del governo:

Galleria di immagini: Gianfranco Fini

«La smettesse Silvio Berlusconi con il libro dei sogni e facesse quello che è utile».

Nessun margine di trattativa, quindi, per una ipotetica nuova alleanza con il presidente del consiglio Silvio Berlusconi:

“Perché è difficile stare in una maggioranza con chi vuole una riforma della giustizia per regolare i propri conti con la magistratura”.

La frattura che si è consumata tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi nell’aprile del 2010, pare così non ricomponibile, soprattutto perché secondo il presidente della Camera all’interno del PDL non ci sarebbe margine di dialogo:

«La politica non è un teatrino e quindi escludo di poter governare ancora con Berlusconi. Io a suo tempo gli ho contestato alcuni errori e lui mi ha detto che ero io a sbagliare quindi ognuno resta della sua idea».

Lontana anche la possibilità della creazione di un governo tecnico e, a domanda specifica di {#Fabio Fazio}, il leader di Futuro e Libertà risponde così:

«I governi sono tutti politici. È chiaro che chi ha la maggioranza debba governare e io non penso a un ribaltone e quindi il Pdl ha tutto il diritto di governare ma con un nuovo presidente del Consiglio che si presenti poi in Parlamento per fare tre cose utili per rilanciare il paese e la prima di queste è proprio la riforma della legge elettorale».

Fonte: Adnkronos