Se da una parte non si ha ancora la conferma che la gravidanza di Gianna Nannini sia frutto di una “ovodonazione”, come molti sostengono, dall’altra parte in questi ultimi giorni sono state diffuse alcune informazioni che sembrano finalmente svelare qualche particolare di questa discussa maternità.

Il settimanale “Oggi” ha, forse, scoperto e mostrato il presunto compagno della cantante senese, il trentenne designer londinese Marc Pizzicati. Il Corriere della Sera, invece, rivela qualcosa in più sulla nascita della primogenita di Gianna, una femminuccia che si chiamerà Penelope.

Le informazioni arrivano da alcuni amici della star cinquantaquattrenne, secondo i quali sarebbe stato già fissato un cesareo a Londra per la fine di novembre: pare che la Nannini vorrebbe che la bimba nascesse lo stesso giorno che nacque sua madre, Giovanna Cellesi.

Certo la nascita di una femminuccia sarebbe molto in tono con la personalità di Gianna, che ha fatto dell’amicizia femminile un suo punto fermo, basta pensare alla collaborazione con le colleghe Laura Pausini, Giorgia e Elisa in sostegno dell’Abruzzo.

Comunque sia avvenuto il concepimento, pare che si tratti di un evento rarissimo, come conferma la sessuologia Alessandra Graziottin:

Solo due donne su un milione avranno un figlio dopo i cinquant’anni.