L’inaspettato successo del programma “Grazie a tutti” ha convinto il direttore di Rai Uno a scommettere nuovamente su Gianni Morandi.

In un’intervista rilasciata al “Corriere della Sera“, Mauro Mazza si dice convinto di poter riportare il popolare cantante sugli schermi della RAI nel 2010 e lo farebbe con una nuova “Canzonissima“, la trasmissione cult andata in onda dal ’58 al ’74.

La “Canzonissima” del 2010 sarà abbinata alla Lotteria Italia. Una scelta perfetta quella di Mazza, visto l’alto gradimento di Morandi, non solo come cantante, ma anche come presentatore.

Un’operazione che fa pensare inevitabilmente sia a una mancanza di idee da parte degli autori televisivi che alla volontà di cavalcare l’onda del successo dei programmi cosiddetti “nostalgia”, come “I migliori anni”.

Ecco come motiva questa scelta il direttore di Rai Uno:

“Canzonissima” è il recupero, in chiave contemporanea, del grande show di qualità. Il successo di Morandi, in parte inatteso, dimostra come la forza di quell’intrattenimento sia nella semplicità, nell’immediatezza.

A guidare la regia ci sarà sicuramente un nome noto a chi si occupa di televisione, Paolo Beldì, l’artefice di “Quelli che il calcio” e dello stesso “Grazie a tutti”, che Mazza definisce “l’Antonello Falqui di oggi”, riferendosi al regista di tanti spettacoli cult del passato.

Uno show semplice ma modernissimo, ma con tanta nostalgia della TV del passato.