Una nuova scossa di terremoto di 6.2 gradi della scala Richter ha colpito oggi la regione giapponese del Kanto. Le autorità nipponiche hanno immediatamente smentito la possibilità della formazione di uno tsunami, come invece è accaduto a seguito della prima grande scossa che ha messo in ginocchio la nazione.

Al momento nella centrale nucleare di Fukushima la situazione continua a essere critica. Dopo la terza esplosione avvenuta all’alba, ora italiana, nell’edificio che ospita il reattore numero due, continuano gli incendi che hanno colpito il reattore numero quattro.

Galleria di immagini: Tsunami in Giappone

A causa delle fuoriuscite di radiazioni, le autorità continuano a diffondere tra al popolazione l’ordine di rimanere in casa, evitando di uscire per qualsiasi motivo per non entrare in contatto con le piogge contaminate che stanno colpendo la nazione in queste ore.

Intanto, per far fronte all’emergenza, l’ambasciata italiana a Tokyo ha invitato i nostri connazionali in territorio giapponese di “mantenere la calma”, organizzando programmi di trasferimento per le famiglie che si trovano nelle zone maggiormente colpite dal sisma in zone ritenute più sicure. Per gli italiani che invece hanno possibilità di lasciare il Giappone, la Farnesina ha consigliato di partire nelle prossime ore.