Il Giappone non si è ancora minimamente ripreso dal fortissimo terremoto che ha colpito il Sol Levante lo scorso 11 marzo, che arriva già un nuovo disastro: un altro sisma molto violento di magnitudo 7.4 ha nuovamente devastato il Paese. È anche allerta tsunami, anche se al momento non è confermato dalle autorità nipponiche.

Oggi alle 23.32 ora locale, ovvero alle 16.32 in Italia, Tokyo ha tremato e nella capitale i grattacieli hanno nuovamente oscillato paurosamente. Ma non solo.

Galleria di immagini: Terremoto in Giappone

L’epicentro del terremoto è localizzato a 66 km ad est di Sendai, una delle località maggiormente devastate dal precedente tsunami, a 114 km da Yamagata e a 116 km dalla disastrata Fukushima. Per quanto riguarda il possibile tsunami che potrebbe nuovamente distruggere il Paese, qualora si presentasse, si vocifera che potrebbe generare onde di oltre due metri, ma bisogna comunque attendere ulteriori conferme a riguardo.

Sono momenti di puro panico nel territorio giapponese, e anche se gli esperti avevano previsto che ci sarebbe probabilmente stato un nuovo fortissimo terremoto, le scosse fino ad oggi erano state di assestamento e non si erano registrati ulteriori danni, se non per la vicenda Fukushima.

A proposito della centrale nucleare, i tecnici di sicurezza sono stati allontanati per motivi precauzionali in seguito al nuovo terremoto. Alla centrale nucleare di Onagawa, nella prefettura di Miyagi, sono fuori uso due delle tre linee che raffreddano i reattori, e la terza non garantirebbe la tenuta, secondo quanto spiegato negli ultimi minuti. Si stanno deviando tutte le fonti di energia elettrica sull’impianto e si sta cercando di evitare un ulteriore disastro nucleare, ma il rischio è purtroppo tangibile.