In estate, in luglio in particolare, il giardino è in piena fioritura e ha bisogno di trattamenti e operazioni particolari: concimazioni, irrigazioni e potature sono le best practices del giardinaggio fai da te nel periodo estivo, anche se ogni stagione e ogni mese richiedono particolari attenzioni nella cura del giardino o del proprio spazio verde.

Cosa si può fare in estate, per aiutare le piante a crescere e fiorire anche quando il sole picchia? Di seguito le risposte e i consigli, affinché il vostro hobby preferito vi regali quel meraviglioso contenitore di fiori e frutti che è il vostro giardino.

  • Concimazione. Concimazione e irrigazione sono due tra i più importanti interventi per aiutare le vostre piante a fiorire e “star bene” anche durante l’estate. Per un giardinaggio fai da te che si rispetti è buona abitudine procedere ad una concimazione straordinaria con un buon fertilizzante fai da te, il cosiddetto compost, escludendo i fertilizzanti chimici che potrebbero alterare il terreno ed evitando una concimazione troppo aggressiva che brucerebbe le piante. Potrete preparare voi stessi un fertilizzante con scarti vegetali.
  • Come fare il compost. Il compost è il fertilizzante organico tra i più completi, che non si compra, ma si fa in giardino. Mettete da parte l’erba tagliata, le foglie secche e i residui di potatura: se avete un giardino, con un po’ di pazienza potrete recuperare questo materiale e farne un utilissimo fertilizzante organico, chiamato compost. Mescolato al terreno, il compost ne migliora il pH e la struttura e ne aumenta la fertilità. Per prepararlo, bisogna seguire alcune regole e utilizzare gli attrezzi giusti, come biotrituratore e compostiera.
  • Irrigazione. Non dimenticate di dar da bere alle vostre piante durante l’estate: innaffiate sempre al tramonto, quando il sole non picchia forte sul vostro giardino o nelle primissime ore del mattino. In questo modo, l’acqua non evapora subito al calore del sole, e non annaffiate le foglie direttamente, per evitare che brucino. Se partite per le vacanze e non conoscete qualcuno cui affidare le vostre piante, provvedete a dissetarle in vostra assenza con un buon sistema di irrigazione, assicurandovi che sia sempre pulito, in modo che i vostri fiori o le vostre piante possano avere sempre l’acqua necessaria. Infine, se coltivate dei fiori o delle piante in vaso, cercate di disporli in una zona all’ombra se fa troppo caldo. Ed evitate di utilizzare i vasi scuri che possono “concentrare” il calore del sole.
  • Potatura estiva. La potatura serve ad eliminare le parti rovinate della pianta. Con questo intervento si aiutano le piante a produrre di più: i rami si rigenerano ed è possibile dare alla pianta una forma più armoniosa. Tuttavia, questo intervento così importante per la salute delle piante richiede particolari accorgimenti: la potatura estiva non va fatta nelle giornate o nelle ore più calde, ma nelle giornate d’estate più fresche.
  • Piante perenni. Per avere un giardino sempre in fiore anche in estate date la vostra preferenza alle piante perenni, che resistono al caldo e hanno un apparato radicale esteso. Le piante annuali dalle radici piuttosto corte, infatti, rischiano di seccarsi in estate. Preferite, quindi, piante perenni o almeno biennali per i trapianti estivi: il vostro giardino fiorirà di nuovo il prossimo anno. Le piante resistenti al caldo sono “virtuose”: richiedono meno acqua. In linea, quindi, con le attuali esigenze di risparmio idrico.
  • Erbe aromatiche. Se coltivate delle erbe, non dimenticate di tagliarle e farle seccare. Maggiorana, origano, rosmarino, salvia  e timo, una volta essiccate, vanno chiuse ermeticamente e al buio: in questo modo conservano il loro aroma per mesi. I semi essiccati di cumino e di finocchio hanno un sapore speziato. Se amate i sapori d’estate anche in inverno, potete surgelare basilico, prezzemolo, erba cipollina, cerfoglio e aneto. Sono i profumi che solo un attento e amoroso giardinaggio fai da te può regalare.