Gigi D’Alessio è stato accusato di rapina a danno di due fotografi. L’11 gennaio 2007, il cantante partenopeo aveva aggredito due paparazzi appostati fuori dalla sua villa a Olgiata e per questo reato era già stato condannato a nove mesi di reclusione, ma adesso ci sarebbe dell’altro.

Gigi D’Alessio è infatti ora accusato anche di rapina nei confronti dei due fotografi. La Corte d’Appello presieduta da Vincenzo Roselli si è infatti pronunciata sostenendo che:

Galleria di immagini: Gigi D'Alessio

«L’aggressione ai paparazzi aveva uno scopo non solo preciso, ma anche preordinato, ovvero, quello di sottrarre le macchine fotografiche e il relativo contenuto e che necessitava dell’intervento di più persone per porre fine alle continue intromissioni nella vita privata del cantante.»

A commentare questa inaspettata svolta nel caso è stato Gennaro Malinconico, l’avvocato del compagno di Anna Tatangelo:

«Leggeremo con attenzione l’ordinanza. Ma è una decisione che non ci aspettavamo alla luce anche della remissione della querela da parte di entrambi i fotografi coinvolti nella vicenda.»

Il processo di secondo grado cui D’Alessio era sottoposto ha subito quindi un colpo di scena che non era atteso dal suo legale e anziché una sentenza ha emesso una nuova ordinanza; il processo verrà quindi aggiornato il 12 dicembre, ma le accuse rivolte nei confronti del cantante diventano ora ancora più serie.

Fonte: TuttoUomini