I giochi didattici per bambini mostrano le proprie peculiarità già a partire dalla loro definizione: sono giochi – e dunque divertono e intrattengono – ma sono anche didattici, e per questo motivo istruiscono ed educano, permettendo di imparare e di crescere.

Il gioco è il modo migliore, e quindi più efficace, per permettere ai piccoli di apprendere facilmente e velocemente, e tutto questo grazie ad un metodo che apprezzano e che li aiuta ad acquisire nozioni e aspetti pratici della vita che in altro modo apprenderebbero con maggiore fatica. Il gioco è familiare ai bambini, anzi, è innato in loro: è per questo motivo, quindi, che può essere considerato come il veicolo fondamentale per trasmettere loro insegnamenti didattici.

Giochi didattici per bambini: quali sono i migliori 10

La tecnologia ha ampliato a dismisura le possibilità di trovare dei giochi didattici per bambini: basta fare una semplice ricerca online e compariranno infatti centinaia di siti che mettono a disposizione archivi sterminati di risorse web, create apposta per permettere ai piccoli di apprendere giocando. Premesso questo, ecco un elenco dei dieci migliori giochi didattici per bambini.

  1. Partendo dai giochi più tradizionali, acquistabili in commercio, vi sono i puzzle. Disponibili per bambini di tutte le età, questi giochi stimolano l’intelletto e la ricerca di soluzioni giuste, migliorano le capacità e una volta terminati possono essere usati per abbellire le camerette dei bambini, diventando dei simpatici quadretti da appendere alle pareti. Terminare il puzzle può diventare anche una sorta di orgoglio per i bimbi, per esservi riusciti da soli.
  2. Con i bambini un po’ più piccoli – che hanno circa un anno di età – si può provare questo gioco: si selezionano alcuni oggetti loro noti, poi li si prende uno ad uno e si chiede ai piccoli di dire di cosa si tratta e quindi gli stessi oggetti vengono nascosti (magari mettendoli sotto una copertina) per poi dire ai bimbi “L’oggetto X c’è, l’oggetto X non c’è“, un comportamento che solitamente provoca la loro ilarità.
  3. Oltre al già citato puzzle, un altro gioco adatto ai bambini di tutte le età sono le costruzioni, attività ludica in grado di stimolare fantasia e creatività.
  4. Per i bambini di uno/due anni, una variante molto divertente delle costruzioni sono i cubi ad incastro, che spesso una volta composti possono assumere anche altre forme, come quelle degli animali.
  5. Per i bambini che stanno imparando a conoscere i colori si può fare questo gioco: mettere in un contenitore alcune palline colorate, poi di volta in volta chiedere ai piccoli di prendere la pallina di un determinato colore, complimentandosi con loro se indovinano o invitandoli a riprovare qualora sbagliano il colore.
  6. Una variante di questo gioco, concentrato più sulle forme che sui colori, prevede di prendere una serie di contenitori e di loro tappi e poi chiedere ai bambini di associare ogni tappo al proprio contenitore (possono essere bottiglie, flaconi, scatoline ecc).
  7. Un gioco che aiuta ad apprendere la matematica basilare potrebbe invece essere questo: sempre con l’ausilio di palline, si dice ai bambini per esempio “Quanto fa 2+2?” e si chiede loro di dare il risultando scegliendo il giusto numero di palline.
  8. Per imparare a riconoscere le figure e ad associare ad esse le parole corrette, si può invece prendere un libro illustrato, indicare un disegno e chiedere ai bambini di associarvi il termine giusto. Per la scelta del libro, può andar bene un libro di fiabe che essi prediligono.
  9. Per stimolare la memoria si può invece improvvisare una sorta di memory: si preparano dei disegni su cartoncino (lo stesso disegno su due cartoncini diversi, per una serie di almeno 6/8 oggetti), poi si dispongono i cartoncini su un tavolo (girati in modo tale che non si vedano le figure disegnate su ma il dorso) e poi si chiede ai bambini di girare due cartoncini per volta, cercando le due figure uguali. Se il secondo cartoncino non ha la stessa figura del primo, le due tessere vanno di nuovo girate. Il gioco si completa quando i bambini hanno associato tutte le coppie di oggetti simili.
  10. Infine, come già ricordato, per trovare una serie molto valida e varia di giochi didattici per bambini, è possibile affidarsi alla rete: qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta, basta solo capire quale gioco può essere adatto al proprio piccolo, in base all’età e all’esigenza.