Inossidabile, immancabile, Giorgio Armani fa Giorgio Armani anche per la sfilata Autunno-Inverno 2018/19 presentata durante la quinta giornata della Milano Fashion Week. Elegante e raffinata come sempre, declina nei suoi 81 look la sua idea di donna: manager di giorno, viveur la sera, che mai abdica alla sua femminilità. D’altronde, pochi hanno contribuito all’eleganza quanto Re Giorgio con le sue giacche, il suo stile e i suoi colori.

Guarda anche: la sfilata di Versace e la sfilata di Blumarine.

Polemico lo stilista, che alla fine della sfilata ha commentato alla stampa, come ha riportato l’Ansa: “Uno può fare ciò che vuole ma, fatemelo dire, se metto in pedana una testa, sotto un braccio, mozzata, siamo al limite e io non sto a questo gioco, mi tolgo da questo gioco. Non vorrei neanche che i miei guardassero ciò che hanno fatto gli altri. Se quello che fanno gli altri è questo, meglio che stiamo a casa nostra“. Chiaro il riferimento alla sfilata di Gucci, in cui Alessandro Michele ha fatto uscire in passerella due modelli che avevano in mano la copia perfetta della loro testa.

Ecco allora la sua moda all’insegna dell’inclusione gentile, con morbidi capispalla beige o cipria, da indossare con pantaloni morbidi o gonne a palloncino; giacchine avvitate in stampa o tweed; top chicchissimi da abbinare con lunghe gonne colorate.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Il velluto e la seta restano le sue preferenze degli ultimi anni, da declinare in blu e nero per la sera, con accenni pop di fucsia o rosso.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Le gonne si alzano sopra il ginocchio o si arricciano a lato, per permettere di camminare più comodamente, i pantaloni sono a vita alta, con pince profonde o cropped, non scendono mai sotto alla caviglia.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

E ancora le mantelle chiuse da cinture, le sottane pittoriche con orli asimmetrici, le giacche ricamate e scintillanti, l’abito salopette portato a nudo, così come il completo di velluto nero.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Qualche piuma, manciate di paillettes, trasparenze e ricami qua e là a impreziosire una collezione già preziosa di suo per lavorazioni e materiali pregiati.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Splendidi i maxi accessori che ha fatto indossare alle sue modelle, dagli orecchini oversize alle collane, come i copricapi enormi, da portare abbinati al resto dell’outfit, in tweed o in ecopelliccia.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Decisamente un capolavoro il tailleur luccicante del finale: un rigoroso doppiopetto morbido tempestato di cristalli.

Fonte: Instagram @giorgioarmani

Armani fa Armani: come da 40 anni a questa parte continua a vestire donne in carriera e soubrette, dive sui red carpet e amministratici delegate. Senza bisogno di nero, senza bisogno di hashtag, il Re è vivo e lotta insieme a noi.