Giorgio Napolitano, per la prima volta in visita a Cagliari, parlando della crisi economica e della situazione attuale del nostro paese, ha ricevuto non solo applausi ma anche fischi e slogan di contestazione da parte della gente accorsa per l’evento. Tra le persone comuni ad ascoltarlo c’erano anche un centinaio di manifestanti di “Sardigna Natzione”, Movimento Pastori, popolo delle partite Iva e anti-Equitalia, studenti e disoccupati.

Galleria di immagini: Giorgio Napolitano in visita a Cagliari: le immagini

Il Presidente Napolitano ha insistito molto sul tema della coesione sociale e sulla necessità di colmare il divario ancora molto forte tra Nord e Sud dell’Italia. E a proposito della crisi, ha precisato di voler rilanciare l’economia del nostro paese, ma di non rappresentare né le banche né il grande capitale finanziario, anche se molti tra i contestatori lo hanno accusato proprio di questo.

Le proteste si sono fatte sentire lungo tutto il percorso del Capo dello Stato, da via Roma fino al Teatro Lirico. Si sono viste molte bandiere dei Quattro Mori, simbolo della Sardegna da sempre molto attenta a sottolineare la sua autonomia e tradizione rispetto al resto della penisola italiana.

Tra i più accesi manifestanti i pastori, gli agricoltori e gli artigiani oltre agli studenti universitari, ai quali Napolitano ha risposto di capire perfettamente il loro stato di malessere, malumore e malcontento ma ha anche ricordato come proprio nei momenti più difficili occorra mantenere il controllo delle proprie azioni.

Fonte: Il Messaggero