Il 28 aprile, la Fonderia Aterballetto di Reggio Emilia ospita un vero e proprio festival per celebrare la VI edizione della Giornata Internazionale della Danza, promossa dall’International Dance Council dell’UNESCO. Un’occasione unica in cui le giovani promesse della danza italiana avranno la possibilità di confrontarsi con i migliori professionisti del settore, celebrarne i protagonisti ed esibirsi insieme ai propri compagni.

Organizzata da Romagna Danza/FNASD, (Federazione Nazionale Associazione Scuole di Danza) in collaborazione con la Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto di Reggio Emilia, tempio dell’arte coreutica mondiale, la Giornata Internazionale della Danza vedrà la partecipazione di oltre 350 tra professionisti e giovani talenti diretti dalla regia del maestro Arturo Cannistrà col coordinamento artistico di Giulia Coliola.

“Dare voce alla danza attraverso la passione e il talento degli artisti: dalle giovani promesse alle star di primo piano, a partire da Cristina Bozzolini. È questo l’obiettivo di Romagna Danza/FNASD – spiega Rosanna Pasi, presidente dell’associazione – che in questa giornata vuole sottolineare l’importanza di offrire spazi e opportunità ai nuovi talenti, creando sinergie sempre più forti tra le scuole, i professionisti di spicco e i teatri di culto come la Fonderia Aterballetto, scenario esclusivo della danza a livello mondiale”.

Si comincia con le lezioni didattiche. La prima parte della giornata sarà infatti l’occasione per tutti i giovani ballerini di partecipare a workshop e master gratuiti, tenuti da esperti docenti tra cui: Michele Merola, Denis Bragatto e Daniela Pascolini, coreografi e professionisti di primo piano.

Nel pomeriggio il sipario si alza sulle coreografie dei 300 giovani talenti provenienti delle 24 scuole di danza, ballerini in erba dai 9 ai 20 anni, da Treviso a Bari passando per Napoli e Latina si esibiranno con un repertorio libero: dai grandi classici ispirati alle opere di Tchaikovsky all’espressionismo artistico della danza contemporanea che prenderà forma sulle note del Jazz o dell’elettronica fino all’energia della musica pop.

In serata, si passerà poi alle performance di due Compagnie di danza d’eccezione: Rossini Cards, spettacolo interpretato dalla Compagnia della Fondazione Nazionale della Danza/Aterballetto e Sud-Virus /Remake”, coreografia sperimentale creata da Roberto Zappalà per il Goteborg Ballet su commissione del Goteborg Opera, riproposta nella versione originale.

Ingresso allo spettacolo € 10

Info e prenotazioni: fed.naz.danza@gmail.com

Fonderia sede di Aterballetto – via della Costituzione 39 -Reggio Emilia