1 donna europea su 10 ha subito molestie sessuali, la metà di loro sono state violentate. Il dato vi lascia sbalorditi? No, se siete donna non credo. Se siete donna e ora chiudete gli occhi per 0 secondi probabilmente vi verrà in mente quella volta che camminando per strada qualcuno vi ha sussurrato una frase volgare nell’orecchio o ballando in discoteca vi ha infilato una mano sotto la gonna. Se vi va bene non vi verranno i brividi pensando a quella volta che invece non volete proprio ricordare, perché fa troppo male.  Non vi sovviene nulla? Ritenetevi fortunate, perché siete una delle poche che hanno potuto realmente godere della propria libertà di essere donna.

Proprio quest’oggi, 5 marzo 2014, è stata pubblicata un’inchiesta dall’Agenzia Europea per i Diritti Fondamentali, uno studio su larga scala, iniziato nel 2011, basato in particolare sul face to face di esperti con oltre 42.000 donne (circa 1.500 per Stato membro) di età compresa tra 18 e 74 anni circa la loro esperienza di violenza fisica, sessuale e psicologica, di vittimizzazione nell’infanzia, di molestie sessuali e stalking, e di abusi subiti via Internet. La raccolta dei dati è stata completata nel settembre del 2012.

I risultati? machismo, alcolismo, concezione proprietaria del corpo della donna. C’è sempre un fattore scatenante per violentare, picchiare, minacciare, offendere e perseguitare una donna. Quando si parla di donne, non c’è Paese che possa vantare un livello di civiltà degno di questo nome.