Oggi, 4 ottobre, si celebra il Word Animal Day, la Giornata Mondiale degli animali che, non a caso, cade in una data significativa, quantomeno per l’occidente cristiano: il 4 ottobre ricorre infatti la commemorazione di San Francesco d’ Assisi, patrono degli animali e autore del celebre Cantico delle creature, il più antico tra i componimenti poetici della letteratura italiana e forse il testo più intenso dedicato alla celebrazione della natura.

La proposta è partita proprio dall’Italia, quando, nel 1931, un gruppo di ecologisti si riunì a Firenze per proporre un’iniziativa in favore degli animali, lanciando un appello di sensibilizzazione sul tema dell’estinzione di alcune specie considerate a rischio. Da allora il 4 ottobre è diventato il simbolo della giornata in difesa degli animali, tanto che nel 2003 è stata istituita la celebrazione annuale di portata internazionale.

Obiettivo della Giornata celebrare la vita animale in tutte le sue forme, così come il rapporto dell’uomo con il regno animale e i mille diversi modi in cui questi migliorano la nostra vita. Una giornata dedicata dunque alla riflessione sul rapporto tra l’uomo e i suoi amici a quattro zampe, con uno sguardo a tutte le tematiche legate al mondo animale, dallo sfruttamento all’abbandono, dalle pratiche di vivisezione al randagismo. Focus particolare dell’edizione 2014 è “la cura dell’animale domestico“, un tema caro all’Italia, dove quasi una famiglia su due possiede un animale da compagnia. Si stima che in totale nel nostro paese vivano 7 milioni di cani e circa 7 milioni e mezzo di gatti. I piccoli mammiferi, come conigli e roditori, sarebbero 1,8 milioni, mentre i rettili (tartarughe, iguane, serpenti, ecc.) ammonterebbero a 1,4 milioni. In cima alla classifica volatili e pesci, rispettivamente 13 milioni di uccellini in gabbia e quasi 30 milioni di pesci in vasca e acquari. Secondo i dati Eurispes, il pet più amato dagli italiani è poi ancora una volta il cane, con il 48,4% di preferenza tra i proprietari di un solo un animale domestico; al secondo posto il gatto, con il 33,4%.

In un paese dove praticamente il 50% delle famiglie possiede un animale d’affezione considerandolo, legittimamente, un componente della famiglia, è questa un’occasione per riconoscere e celebrare i numerosi modi in cui i nostri amici a quattro zampe arricchiscono la nostra vita, insegnandoci ogni giorno il significato profondo di un amore gratuito e autentico.

Il week end del 4 e 5 ottobre torna così anche la Giornata degli Animali ENPA: presso i banchetti allestiti nelle più importanti piazze di tutta Italia, sarà possibile trovare una vasta gamma di gadget e i volontari della Protezione Animali saranno a disposizione per condividere preziose informazioni e utili consigli. Una manifestazione che in dodici anni ha permesso la realizzazione di numerosi e importanti progetti, ponendo l’attenzione sull’importanza fondamentale della cura veterinaria. I fondi raccolti durante l’evento saranno così devoluti alle visite veterinarie, all’acquisto dei farmaci, alle microchippature, alla sterilizzazione e tutto quanto riguarda la salute dei trovatelli accuditi nei rifugi dell’Associazione.

photo credit: WilliamMarlow via photopin cc