Happy Thanksgiving! Si festeggia oggi negli Stati Uniti il Giorno del ringraziamento, festività che gli americani celebrano ogni quarto giovedì di novembre fin dalla prima metà del XVII secolo. Le origini del Thanksgiving affondano nel 1621, anno in cui i padri pellegrini di Plymouth, nel Massachusetts, decisero di riunirsi per ringraziare il Signore rendendogli grazie per il primo buon raccolto nel nuovo continente. Quando fu effettuato il raccolto nel novembre 1623 William Bradford, Governatore della Colonia fondata dai Padri Pellegrini emise quest’ordine: “Tutti voi Pellegrini, con le vostre mogli ed i vostri piccoli, radunatevi alla Casa delle Assemblee, sulla collina… per ascoltare lì il pastore e rendere Grazie a Dio Onnipotente per tutte le sue benedizioni”. Nei secoli successivi la tradizione del Thanksgiving si estese a tutto il Paese fino al 1815. Fu il Presidente Abraham Lincoln a riesumare a festività, facendola inserire nel 1863 dal presidente nel calendario americano, data che da quel momento non è mai cambiata.

Ma non è solo la storia americana a rendere così unico il Giorno del ringraziamento. Com’è risaputo in tutto il mondo, il quarto giovedì di novembre gli americani si riuniscono in famiglia per trascorrere con i propri cari una giornata all’insegna del relax e del buon cibo. Si narra che nel menù di quel primo Ringraziamento americano le tavole vennero imbandite con dei piatti che sarebbero stati destinati a diventare parte integrante della tradizione per le feste. Il tacchino ripieno e la zucca, in particolare, sono i veri protagonisti delle tavole d’oltreoceano insieme ad altre carni bianche, carne di cervo, ostriche, molluschi, pesci, torte di cereali, frutta secca e noccioline. Ma perché proprio il tacchino ripieno?

Secondo la leggenda tramandata nel corso dei secoli i padri pellegrini decisero di condividere la gioia per il raccolto con gli indiani Wampanoag. Tra i vari alimenti che potevano preparare per il banchetto dei festeggiamenti il tacchino, animale che non avevano mai allevato prima, era la carne che più abbondava in quel periodo e in quella zona. Da quel momento il tacchino divenne il piatto simbolo del Giorno del Ringraziamento, tradizione rispettata anche dal Presidente degli Stati Uniti alla Casa Bianca.

Foto: timsackton via photopin cc