Il sesso è importante all’interno di una coppia e, proprio per sua natura, si è soliti considerarlo come un atto improvviso e non programmato, dettato dalla passione del momento.

Eppure uno studio che arriva dagli Stati Uniti dimostra come vi siano dei periodi dell’anno in cui si fa sesso con più frequenza, incrementando così anche la possibilità di avere figli. Lo studio rivela che durante l’inverno, più precisamente nel mese di dicembre, si fa l’amore molto più spesso rispetto ad altri periodi dell’anno. A confermare ciò, anche i dati relativi alle vendite di preservativi: nelle settimane antecedenti al Natale: il numero di condom venduti raddoppia quasi rispetto alla norma durante tutto l’anno.

Inoltre, non solo è stato identificato il mese ideale per il sesso, ma anche il momento, il giorno e addirittura l’ora. Infatti, vi sarebbe molta probabilità di avvinghiarsi all’amato durante la sera piuttosto che durante il giorno, probabilmente perché le tenebre stimolano l’intimità e il buio nasconde i difetti fisici. Il giorno prescelto per il sesso sarebbe il venerdì, quando ci si rilassa con l’erotismo dopo una settimana di fatiche lavorative. L’ora X si identificherebbe invece tra le 23 e l’una di notte, quando i bollenti spiriti sembrano farsi sentire.

Sempre in questo periodo dell’anno aumenta la probabilità di concepimento, confermato dal picco di nascite che si verifica nel mese di settembre.

Ma non è tutto, perché a quanto pare esiste anche una determinata condizione meteorologica per cui ci si concede con più facilità al partner. La pioggia, infatti, stimolerebbe il sesso molto di più di una giornata di caldo sole, della brezza della primavera o delle nevi di fine anno.

Fonte: The Daily Beast