Il peso è sempre stato un tasto dolente per le donne, si sa. E il battibecco tra Giovanni Veronesi e Clio Zammatteo ne è una prova palese. Tutto è nato durante il programma radiofonico “Non è un paese per giovani” di Rai Radio 2, condotto dal regista insieme a Massimo Cervelli.

Veronesi avrebbe offeso Clio, truccatrice e blogger famosa, definendola poco elegantemente “cicciona“. Un’offesa del genere ha fatto scatenare le ire dei fan della youtuber che si sono mobilitati pretendendo le scuse del regista. Clio si è limitata a commentare sui social con queste parole:

“Ma davvero, su una emittente radiofonica nazionale del livello di Radio 2 in un programma popolare che parla di giovani, mi devo sentire citata solo per essere catalogata come, quoto, “cicciona”? Davvero e’ il modo migliore per utilizzare uno spazio di comunicazione pubblico che, in teoria, potrebbe ispirare, aprire le menti dei ragazzi che lo ascoltano? Invece no… facciamo come i conduttori, facciamoci due risate vuote, giusto per riempire il silenzio incombente, insultando una persona che neanche si conosce e dalla cui storia, forse, si potrebbe imparare qualcosa”.

Veronesi è corso subito ai ripari chiedendo scusa con qualche tweet e ammettendo che “capita a tutti di dire la parola sbagliata”, ma subito dopo, per tagliare corto con il battibecco che ne stava nascendo, si è visto costretto a bloccare sia Clio che i suoi sostenitori. Decisione presa con ironia dalla truccatrice che ha lanciato l’hashtag #forseciccionamasicuramentenonstronza commentando così:

“È sempre bello vedere che una persona capisce di aver sbagliato…vabbe’ dai ragazze, torno a dormire…ps: grazie per il vostro supporto, siete delle grandi”.

 

 

Foto: Facebook