Shampoo, mascara, crema per il viso, collant: una classica lista della spesa al femminile. Da oggi un nuovo sito vi aggiunge una nuova voce: uomini.

Si, avete capito bene, Girlshop.it è un nuovo sito di incontri molto particolare: è strutturato come un vero e proprio negozio di e-commerce online dove gli uomini sono presentati come prodotti in un catalogo, confezionati per bene e suddivisi in varie categorie: fighetti, tamarri, informatici, palestrati e così via.

=> Leggi come gestire i rapporti online

Le ragazze invece sono le clienti, che sfogliano indisturbate il catalogo alla ricerca dei loro “prodotti ideali“, e mettono nel loro “carrello” solo quelli con cui vogliono interagire.

Questa è infatti la regola numero 1 di GirlShop: i maschietti non possono contattare direttamente le donzelle a meno che non siano loro stesse a consentirglielo, dopo averli aggiunti al loro carrello della spesa.

=> Leggi 10 consigli per combattere la sfortuna in amore

Questo meccanismo elimina completamente il classico scenario di questo genere di siti, dove le donne vengono bombardate da centinaia di messaggi indesiderati da parte di corteggiatori invadenti.

In tutte le pagine del sito si ha l’impressione di essere in una boutique online tutta al femminile: i ragazzi compilano una scheda prodotto, composta da sezioni come “Funzionalità di spicco”, “Istruzioni d’uso” o “Difetti di fabbrica”.

Ci sono le offerte del giorno, collezioni stagionali, e addirittura una “Carta fedeltà” dove le clienti possono raccogliere punti per ricevere dei premi, proprio come quella del supermercato: più ragazzi “ordinano”, più punti guadagnano.

La grafica del sito è molto “girly” e accattivante e il tutto è gestito in maniera ironica e goliardica: i maschi ovviamente non hanno un vero prezzo, fare “man-shopping” su GirlShop.it è completamente gratuito, e anche i ragazzi non devono pagare per essere inseriti nel catalogo (ma devono passare i “controlli di qualità” da parte dallo Staff del sito).

=> Scopri cosa fare se il tuo fidanzato frequenta siti d’incontri

È finita l’era della “donna-oggetto” e a quanto pare l’idea di essere considerato un prodotto non dispiace ai maschi Italiani: il catalogo GirlShop conta già più di 1000 esemplari, nonostante il “negozio” abbia appena aperto i battenti.

Per maggiori informazioni visita il sito Girlshop.it