Supermodella, attrice, ma soprattutto mamma e moglie, nel corso della sua carriera Gisele Bundchen ha lasciato il segno grazie alla sua indiscutibile bellezza e un fisico mozzafiato, che a quanto pare non è stato frutto solamente di ore di esercizio fisico ma anche di una dieta rigorosa.

Lo stesso regime alimentare che da oggi non è più un segreto poiché il suo personal chef, Allen Campbell, ha svelato alcuni particolari che in parte hanno fatto discutere: lo stesso, in un’intervista con Boston.com, ha riferito come la dieta della supermodella e del marito – il giocatore di football americano Tom Brady – sia composta per la maggior parte da verdure e il restante di carne magra.

L’80% di ciò che mangio sono verdure, quelle più fresche. Se non sono organiche non le uso” dice il noto chef, svelando come lo stesso cucini per la famiglia della Bundchen anche cibi integrali come “riso scuro, quinoa, miglio e fagioli”.

Il 20% rimanente, rivela lo stesso, è composto da carne magra, sempre organica, con anatre – “ogni tanto” – e pollo. “Per il pesce, per lo più cucino salmone selvatico”.

Quella del comprare cibi organici e locali è una scelta consapevole, e lo stesso chef cerca di stare lontano anche dai prodotti OGM (Organismi Geneticamente Modificati) “cercando di pensare al futuro del pianeta e al futuro degli umani. La mia filosofia è che una dieta che si basa su delle piante possiede il potere di far regredire e prevenire le malattie”.

Oltre a Gisele e al marito, questa dieta sarebbe indirizzata anche ai due figli Benjamin (sei anni) e Vivian (tre anni) i quali non mangerebbero nulla creato con zucchero bianco, farina bianca, glutine o con glutammato monosodico: cibi che, in parte, possono essere effettivamente dannosi a lungo andare per il proprio organismo. Come se non bastasse, al posto degli oli vegetali o olio d’oliva, lo chef della famiglia Bundchen-Brady cucina con dell’olio di cocco e al posto del sale senza iodio utilizza il sale rosa dell’Himalaya.

Se questa dieta poteva sembrare un po’ restrittiva, il marito della Bundchen ha messo per sé anche un altro freno: il quarterback dei New England Patriots non mangerebbe infatti frutta e verdura appartenente alla famiglia delle Solanaceae (come pomodori, funghi, melanzane e peperoni) poiché non hanno proprietà anti infiammatorie.

Nonostante queste richieste lo chef ha parlato dei Bundchen-Brady come una famiglia “molto alla mano. Se avessi cucinato per qualcun altro che non rispettava e accettava il mio cibo tanto quanto loro, non sarebbe stato così gratificante. Penso che questo è ciò che mi rende felice alla fine del giorno”.