Visitare Napoli a partire dalla fine della stagione invernale è molto piacevole, perché il clima diventa man mano più mite ma, al tempo stesso, ancora libero dalla calura e dell’afa che lo caratterizza nei mesi estivi. Un weekend può bastare per visitare le principali attrazioni della celebre città partenopea che, nonostante i luoghi comuni contro cui combatte da anni, vi sorprenderà.

Il capoluogo campano è raggiungibile in aereo grazie all’aeroporto Capodichino, in treno con i treni Frecciarossa per chi proviene da Milano, Bologna, Firenze e Roma. Non mancano, però, i collegamenti ferroviari regionali e interregionali, oltre a quelli degli autobus di linea delle province circostanti.

Galleria di immagini: Napoli

Appena arrivati a Napoli si ha la sensazione che tutto il caos che la domina sia parte integrante della sua essenza ed è solo accettando questo punto di vista che ci si abituerà in fretta al traffico, ai clacson, alle urla della gente e dei venditori ambulanti. Visitando la città ci si renderà presto conto della sua doppia anima, quella popolare e pittoresca del centro storico contrapposta a quella aristocratica del Vomero o di Posillipo e scegliere dove pernottare, infatti, dipenderà anche da quale delle due facce della città vorrete esplorare in modo più approfondito.

Un hotel vicino alla stazione Garibaldi o al centro storico vi metterà in contatto con la parte più verace di Napoli e, senza spendere una fortuna, sarete vicini alle principali attrazioni, che potrete raggiungere a piedi o con qualche fermata di autobus. Un alloggio in zona Vomero o nei pressi del Policlinico, invece, vi terrà più lontani del centro della città ma a due passi dai negozi più eleganti e dalle ville più belle.

Il quesito che si pone subito dopo è: dove mangiare? Quali sono i posti migliori per gustare la pizza o i dolci migliori di Napoli? La scelta è, ovviamente, infinita ma possiamo lo stesso suggerirvi qualche luogo da non perdere. Le storiche pizzerie partenopee sono due e situate entrambe nel centro storico. La prima, Da Michele, presenta un ambiente essenziale e senza tanti fronzoli così come le pizze che offre: è possibile scegliere, infatti, solo fra la margherita, la margherita doppia mozzarella e la marinara.

La seconda, la più elegante Brandi, ha creato la celebre pizza margherita per la Regina nel lontano 1886 e offre numerose specialità a un passo dalla maestosa Piazza del Plebiscito, sebbene a prezzi decisamente più elevati. Babà e sfogliatelle sono la seconda squisitezza culinaria di Napoli e potrete gustarli nella celebre pasticceria Scaturchio, situata al centro della strada conosciuta in tutto il mondo come “Spaccanapoli“.

Si tratta di una delle strade più vivaci del centro storico napoletano e lo attraversa in tutta la sua lunghezza: percorrendo Spaccanapoli sarà possibile imbattersi in Piazza del Gesù, nel Monastero di Santa Chiara, nel Duomo e nella pittoresca via San Gregorio Armeno, meta di migliaia di turisti per i suoi meravigliosi presepi natalizi. Passeggiare per il centro a Napoli significa anche conoscere i vicoli più folcloristici della città, incontrare i napoletani più veraci e simpatici, assaggiare le pizze più buone della città.

Se avete tempo a sufficienza non rinunciate a qualche ora di shopping in via Toledo, oggi via Roma, e in Galleria Umberto I. Da qui potrete prendere diverse linee di autobus che vi porteranno direttamente sul lungomare per farvi ammirare lo splendido litorale, il Castel dell’Ovo e il simbolo della città, il Maschio Angioino. La parte alta della città, invece, è raggiungibile con la metropolitana o con la funicolare grazie alle quali potrete conoscere il Vomero, la parte più aristocratica della capitale partenopea.

Passeggiate fra il lusso dei negozi di via Scarlatti, concedetevi una pausa in uno dei suoi eleganti caffè o, ancora, immergetevi nella natura del parco di Villa Floridiana da cui si può godere di uno splendido panorama sul Golfo di Napoli. Lo stesso vale per il lussuoso quartiere di Posillipo, sede di numerose residenze milionarie, e il suo maestoso Parco Virgiliano, uno dei polmoni verdi della città da cui è possibile osservare in un colpo solo le isole di Procida, Ischia e Capri, l’isolotto di Nisida e il Vesuvio e restare davvero senza parole.