Spesso, quando si parla di moda o di glamour, alla mente si affacciano sempre le stesse immagini: modelle magrissime più o meno vestite che sfilano su patinate passerelle.

Ma la moda non è solo questo e lo dimostra “Ala”, rivista di moda turca che, in un solo anno di pubblicazione, ha raggiunto i livelli di vendita di riviste come Vogue, Elle e Cosmopolitan.

“Ala”, che in turco significa “bella”, è una rivista di moda dedicata alle donne che indossano ilo velo, e mette in evidenza come le donne possano essere alla moda e fashion anche continuando a indossare gli abiti della tradizione.

Le modelle che appaiono nelle immagini dei servizi sono in maggior parte delle dilettanti, che nulla hanno a che fare con il mondo della moda, che prestano il loro corpo e il loro viso per quella che, più che una rivista di moda, si configura come una proclamazione dei diritti delle donne che liberamente scelgono di indossare il velo.

La direttrice della rivista, Hulya Aslan, ha solo 24 anni e crede fermamente nella possibilità di declinare la moda in base alle diverse esigenze e dei diversi gusti delle donne, che non devono per forza conformarsi ad uno stile dettato dall’alto.