Un banale mal di gola può essere una vera rogna per chi utilizza la propria voce per incantare gli spettatori: e se un intero gruppo di cantanti avesse l’influenza? È proprio quello che è capitato al cast di Glee, la serie di successo statunitense da poco sbarcata in Italia con la seconda stagione.

Una forte tonsillite ha colpito buona parte degli attori che interpretano ruoli di rilievo nella serie TV. La produzione, malgrado le scadenze per la registrazione delle nuove puntate in America, ha dovuto sospendere le riprese.

Probabilmente, è tutta colpa di una mancata prevenzione contro l’influenza. Dianna Agron, interprete di Quinn Fabray nella serie, su Twitter ha ammesso di non essersi vaccinata quest’anno:

Avrei dovuto fare il vaccino antinfluenzale. Ora sono a letto con minestra, medicine, il mio computer e una serie di film.

La produzione non fa nomi sugli altri influenzati tra gli interpreti, ma con mezzo cast fuori combattimento non è stato possibile registrare la puntata speciale dedicata al Super Bowl. Con le nuove puntate si riprenderà direttamente a gennaio dell’anno venturo.