La puntata di “Glee” relativa a “Born this way“, a due giorni dalla trasmissione, non manca di sollevare dubbi. A creare polemiche, stavolta, non è l’atteggiamento irriverente della portabandiera della canzone, la discussa popstar Lady Gaga, bensì la mancanza di una strofa.

I ragazzi del telefilm hanno cantato sì “Born this way“, ma in una versione epurata di una strofa su quattro, quella che fa espresso riferimento all’omosessualità:

Galleria di immagini: Glee: il cast

"Non conta una vita omosessuale, etero o bisessuale, lesbica o transgeneder: sono sulla strada giusta, sono nata per sopravvivere."

Non si comprendono le ragioni di questo accorciamento. Sembra escludibile l'ipotesi della durata, dato che si tratta di una puntata extra della lunghezza di ben novanta minuti. Ma anche l'ipotesi di una censura non è molto comprensibile.

Sì, si tratta di un programma per ragazzi, ma "Glee" possiede, soprattutto in questa stagione, dei contenuti gay molto spiccati, dato che si da ampio spazio ai personaggi di Kurt e Blaine. Tuttavia, il telefilm viene trasmesso in prima serata, per cui non si può immaginare a priori che la Fox non ci abbia potuto mettere lo zampino.

Cosa ne penserà Lady Germanotta? La cantante potrebbe essere anche piccata dal taglio della sua canzone, ma ancora non c'è stata nessuna presa di posizione ufficiale da parte sua.