Abituati a vederli come bravi ragazzi, persino un po’ imbranati e impacciati? Adesso dovrete cambiare la vostra idea sui protagonisti di “Glee“, la serie TV musical fenomeno negli Stati Uniti e da noi in onda su Fox.

Tre personaggi principali del telefilm hanno infatti posato per un servizio di GQ davvero sexy e lontano dalla loro abituale immagine casta nella serie. Ma gli scatti piccanti non sono stati apprezzati da tutti e, anzi, hanno fatto divampare il fuoco delle polemiche. Un’associazione di genitori americani ha infatti accusato il giornale:

Un magazine come GQ, scritto esplicitamente per uomini adulti, di inserire in un contesto sessuale le attrici che interpretano le studentesse di Glee. Una scelta che sfiora la pedofilia.

I protagonisti dello shoot fotografico, Lea Michele (Rachel), Cory Monteith (Finn) e Dianna Agron (Quinn) hanno posato in uno stile provocante che ricorda le atmosfere del video “…Baby One More Time” di Britney Spears, recentemente omaggiata dalla serie con un episodio tutto dedicato alle sue canzoni e in cui la popstar ha fatto anche una breve apparizione.

La bionda Dianna Agron dice però che comprende benissimo le critiche che sono piovuto addosso al loro servizio:

Nell’era di Madonna, Britney, Miley, “Gossip Girl” altre figure pubbliche e altri show hanno spinto sempre più oltre il livello di comfort di spettatori e fan… Noi non siamo i primi. Ora, se noi continuiamo a perpetuare un tipo di immagini che evoca questo tipo di emozioni, mi spiace. Se questo genere di foto non vi fa sentire a vostro agio, non era nostra intenzione. E se la vostra figlia di 8 anni ha una copia di GQ tra le mani, mi spiace anche per questo. Ma quello che chiedo è: come siamo arrivati fino a questo punto?

Qui di seguito vi proponiamo le immagini del servizio fotografico. Davvero così scandalose da generare una reazione del genere?