Una scena di masturbazione all’interno di “Glee” solleva dubbi e polemiche: il telefilm è molto visto da ragazzi e bambini, e la scena appare certamente di cattivo gusto. Le critiche al telefilm, tuttavia, giungono con un ritardo spropositato: la sequenza, infatti, risale a uno dei primi episodi della prima stagione, andata in onda più di un anno fa. A quanto pare, gli autori, però, hanno fatto ora ammenda dei loro errori.

Galleria di immagini: Glee: il cast

Nella scena incriminata Finn e la fidanzata Quinn sono intenti in un gesto di autoerotismo reciproco quasi involontario. L’episodio riveste ancor più importanza se messo in relazione col sistema culturale statunitense, da sempre molto attento a non proporre scene a sfondo sessuale in TV.

Così, il creatore di “GleeRyan Murphy ha voluto commentare le polemiche sollevate:

“Anche molti miei amici sono rimasti perplessi da questa scena ed effettivamente non è molto adatta ai ragazzini e ai bambini che ci seguono. Staremo più attenti la prossima volta. Credo che tutti abbiamo capito alla fine quanto questa serie sia amata dai genitori e dai figli e della responsabilità che abbiamo nel mostrare certe scene anche a sfondo sessuale. Siamo tutto sommato fonte di ispirazione e dunque dobbiamo stare sempre attenti a quello che diciamo.”

Intanto Murphy ha approfittato delle interviste rilasciate in questo periodo, per commentare l’atteggiamento dei Kings of Leon, che non hanno ceduto i diritti per l’utilizzazione di alcuni loro brani: Murphy li ha bollati come egocentrici e con altri termini più coloriti.